Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“New York New York”

1977: New York New York di Martin Scorsese


“Al suo apparire le recensioni sono state controverse, ma in quasi tre decenni dalla sua uscita, l’apprezzamento del film è cresciuto”, scrive Stella Papamichael sul sito della BBC: “La mano di Scorsese si sente: nella vitalità nevrotica che imprime ai personaggi, nell’afflato con cui ricrea l’aria del tempo. La colonna musicale farà liquefare di nostalgia i fans di ogni età” (il Morandini), “Una celebrazione del notevole talento di Liza Minnelli e Robert De Niro” (Chicago Sun-Times), “Gli elementi visivi e musicali sono superbi” (About.com).

Un film che stranamente piacque più ai critici italiani che a quelli americani (Repubblica esortava i suoi lettori ad andare a vederlo prima che diventasse un «cult»). Un nostalgico e struggente omaggio alla trionfante Hollywood degli anni 40 e ai suoi mitici musical in cui regia e interpreti fanno scintille. Martin Scorsese, appena reduce dai successi di Mean Streets – Domenica in chiesa, lunedì all’Inferno (1973), Alice non abita più qui (1975), Taxi Driver (1976), stupisce tutti con un genere che non sembrava nelle sue corde… Il risultato è un gioiellino di cui ammiriamo il ritmo veloce, la brillantezza dei dialoghi, la splendida musica e soprattutto l’eccezionale performance di Robert De Niro (alla sua terza collaborazione con Scorsese) e di Liza Minnelli (allora all’apice della fama farà della colonna sonora del film uno dei dischi più venduti del decennio. La mancata nomination agli Oscar è uno degli errori più vistosi dell’Academy).

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

Annunci

marzo 30, 2011 Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , | 8 commenti

“Shutter Island”

2010: Shutter Island di Martin Scorsese


Presentato fuori concorso al festival di Berlino, l’ultimo lavoro di “un grande regista ormai sessantenne capace di reinventare il proprio linguaggio cinematografico mettendosi in gioco come un ventenne” (Paola Casella), un regista che, scrive Fabio Secchi Frau, “è forse il più grande cineasta vivente del mondo”.

Continua a leggere

gennaio 7, 2011 Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

“Alice non abita più qui”

1974: Alice Doesn’t live Here Anymore di Martin Scorsese

Presentato al 28° Festival di Cannes, un film celebre e celebrato in tutto il mondo.

Continua a leggere

giugno 28, 2010 Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Marlon il rivoluzionario

Ho comprato i cinque volumi che raccolgono i 50 anni de L’Espresso. Sfogliando qua e là, la mia attenzione è stata catturata da un’intervista che Martin Scorsese rilasciò al settimanale a pochi giorni dalla scomparsa del grande attore (uno dei miei miti) a 80 anni, il 1° luglio 2004 (l’articolo, di Lorenzo Soria, è del 15 luglio 2004).

Marlon_Brando_in_Steetcar_Named_Desire_trailer

Continua a leggere

agosto 15, 2009 Posted by | omaggi, varia | , , , , , , , | 4 commenti