Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“A history of violence”

2005: A History of Violence di David Cronenberg

 uscita usa: 30 settembre 2005     uscita italia: 16 dicembre 2005  

 

Tratto dalla graphic novel di John Wagner e Vince Locke e presentato al 58° Festival di Cannes, un film giustamente pluripremiato.

L’America ha la violenza nel Dna, guarirne è forse impossibile? La violenza viene fuori dall’impossibilità di vivere la realtà che vorremmo? E’ possibile essere normali in un mondo impazzito?

Il film pone molte domande, lasciando le risposte in sospeso, aperte alle interpretazioni dello spettatore.

Il finale fa discutere. Nulla sarà più come prima. O forse sì. Tutto sembra ricomporsi come se nulla fosse. Trionfo della falsità e ipocrisia? Affermazione che ogni tipo di violenza (sessuale, scolastica, mentale, fisica…) è giustificata se il fine la richiede?

Quello che è certo è che David Cronenberg si conferma maestro di un cinema angoscioso e disturbante, un cinema che ha sempre aperto la porta a inquietudini e imbarazzi.
E si conferma ottimo direttore di attori, qui tutti perfetti e bravissimi (ma la palma va ai due veterani Ed Harris e William Hurt, veramente straordinari).

Giusto l’entusiasmo della critica: “Intelligente, spietatamente lucido” (la Repubblica), “Un film da non perdere” (Il Corriere della Sera), “Grande Cronenberg” (Il Messaggero), “Un film agghiacciante e di un attualità sconvolgente” (Filmfilm.it), “Solido, rapido ed essenziale nello stile, sottile e complesso nei contenuti” (Ciak), “Una purezza narrativa realmente poco comune” (Liberation), “Un film diretto con supremo controllo” (New York Times), “Un film notevolissimo” (L’Unità).

p.s.
il film ha forse il difetto che il messaggio (condanna della violenza) non risulti chiaro a tutti gli spettatori: il cinema americano tradizionalmente è molto esplicito nelle tesi che vuole dimostrare, qui avviene il contrario.

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

ottobre 11, 2011 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , ,

6 commenti »

  1. Grande regia! Un’opera che ti “entra dentro” e che non sarà facile dimenticare

    Commento di fabio80 | ottobre 12, 2011

  2. Un notevole film che riflette al meglio la violenza insita nel dna degli stati uniti

    Commento di annafiore | ottobre 12, 2011

  3. Ho letto critiche molto contrastanti, il film è comunque da vedere anche solo per discuterci sopra

    Commento di petrella | ottobre 12, 2011

  4. Una bellissima regia… Stupendo quell’inizio lentissimo… e poi tutto precipita. Harris e Hurt al meglio!

    Commento di streep | ottobre 13, 2011

  5. Ottima analisi, Leo

    Commento di leonardo | ottobre 19, 2011

  6. E’ possibile aver già visto un film ed aspettare con ancora più ansia di rivederlo? Leo, sei colpevole di consigli azzeccati!!!

    Commento di agegiolm | novembre 10, 2011


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: