Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Manhattan”

1979: Manhattan di Woody Allen

     uscita italia: 5 ottobre 1979     uscita usa: 25 aprile 1979

 

Romantico e ironico, amaro e sentimentale… un vero e proprio cult.

Impreziosito dallo smagliante bianco e nero di Gordon Willis e dalla splendida celeberrima musica di George Gershwin, un film che non ci si stanca di ammirare, modernissimo e sempre godibilissimo.

Un film in cui arguzia e intelligenza si toccano con mano.

Un film su cui si è scritto tanto…

Movieplayer: In Manhattan è presente in ogni aspetto sia l’Allen cineasta che l’Allen uomo; il suo sguardo alla città che non dorme mai è analitico ed affettuoso allo stesso tempo, il regista la sfiora e l’accarezza con tutti i mezzi che gli appartengono, le immagini cinematografiche, la conoscenza musicale e la scrittura”.

Il Morandini: “Dramma in cadenze leggere di commedia: la summa di Allen di cui è per molti critici e spettatori il film preferito, quello che resterà”.

Angela Campanella: “…ecco a voi, signore e signori, il capolavoro di Woody Allen e una delle pietre miliari di tutta la cinematografia mondiale”.

Florisa Marcone: Con Manhattan ancora una volta s’impone con prepotenza la genialità inarrivabile del migliore Woody Allen, quello che magistralmente e come pochi altri sa fondere alla perfezione il registro drammatico con quello meno serio della commedia in una dirompente clamorosa leggerezza”.  
SinergyArtStudio: “Un delizioso film che fonde in maniera superba la magica atmosfera di una New York mai così suggestiva con una disincantata riflessione sulle piccole e grandi nevrosi quotidiane dell’epoca moderna”.

Maurizio Macchi: Manhattan è un passo fondamentale nella filmografia di Allen… per il fatto di terminare quel processo di maturazione intrapreso già qualche anno prima dal regista. In Manhattan Allen riesce a conciliare alla perfezione la commedia romantica, la sua efficace e intraprendente ironia e il lato intellettuale dei suoi film”.

Fabio Fumagalli: “…in assoluto l’opera più matura di Allen”.

p.s.

Il film è il primo girato in formato anamorfico da Woody Allen e va ricordato anche per essere una delle prime folgoranti apparizioni di Sua Maestà Meryl.

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

Advertisements

settembre 12, 2011 - Posted by | cinema-recensioni, classici | , , , , , , , , , , , ,

13 commenti »

  1. un film bellissimo
    mi piace tanto quel bianco e nero (se uno mi dice che “se non è a colori non mi piace” lo cancello dalla lista) e le schermaglie tra Diane e Woody sono degne della grande tradizione della american comedy (solo che non c’è il lieto fine)

    Commento di marco46 | settembre 12, 2011

  2. Una dichiarazione d’amore a una città vista con le sue luci e le sue ombre

    Commento di desirè | settembre 12, 2011

  3. Sicuramente un capolavoro

    Commento di plusplus | settembre 12, 2011

  4. Attori in stato di grazia in uno dei più graffianti ritratti della borghesia intellettuale

    Commento di leasister | settembre 12, 2011

  5. Divertente, toccante, intelligente ed ispirato: uno dei migliori film nella sfolgorante filmografia del maestro Allen.

    Commento di il cineocchio | settembre 13, 2011

  6. Forse il mio film preferito, l’avrò visto almeno 5 volte (ultimamente “Io & Annie” e “Manhattan almeno 1 volte ogni 6 mesi).
    Fantastico.

    Il titolo del mio blog è un omaggio a questo capolavoro, non aggiungo altro…

    Commento di bruno | settembre 15, 2011

  7. Sorprendentemente moderno, se fosse girato oggi non una virgola andrebbe cambiata

    Commento di moviemovie | settembre 16, 2011

  8. Qui si sfonda una porta aperta ovviamente. Per me è un capolavoro, anche se non so mai scegliere tra questo e Annie Hall tra i miei preferiti in assoluto del miticissimo Allen che adoro.

    Commento di alessandra | settembre 16, 2011

  9. Forse uno dei film più autobiografici di Woody, sicuramente bellissimo

    Commento di wendy | settembre 19, 2011

  10. Forse ho conosciuto così Gershwin, e basterebbe questo a farne un buon film.

    Commento di secondaserataintv | settembre 22, 2011

  11. C’insegna a sorridere della vita, anche nei momenti più negativi. Un capolavoro indiscutibile

    Commento di iacopa | settembre 26, 2011

  12. La Keaton è di una bravura impressionante in un ruolo dalle mille sfaccettature e la grande Meryl fa già intuire che tra poco diventerà la numero 1.

    Commento di exdubius | ottobre 4, 2011

  13. Fotografia raffinatissima, musiche che sono un patrimonio dell’intera umanità, recitazione al top da parte di tutti. Ineguagliabile

    Commento di ruggero | ottobre 31, 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: