Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Auto Focus”

2002: Auto Focus di Paul Schrader

 uscita usa: 12 ottobre 2002      uscita italia: 11 aprile 2003  

 

Quattordicesima regia di un autore celebrato più come sceneggiatore (a lui si devono gli script di autentici capolavori come Taxi Driver, Toro Scatenato, L’ultima tentazione di Cristo…).

Questa la trama del film (da Wikipedia): Racconta della vita di Bob Crane, attore conosciuto in tutto il mondo come protagonista del serial televisivo Gli eroi di Hogan, ma anche mattatore radiofonico e batterista. Morì assassinato nel 1978. Il film è incentrato sulla sua ambigua amicizia con John Henry Carpenter, esperto di tecnologia video: lavorò con l’azienda giapponese che successivamente prese il nome di Sony, portando negli Stati Uniti i primi videoregistratori”.

Quasi tutti i critici, pur lamentandone la lentezza, hanno apprezzato il film soprattutto per il coraggio dell’argomento trattato ricordando come gli States siano forse il Paese più puritano che esista (1). Effettivamente imperniare un’intera opera sulla vera e propria mania sessuale del suo protagonista non è cosa abituale per Hollywood e va dato atto a Paul Schrader di non aver calcato la mano e di aver gestito il tutto con misura ed equilibrio. Il problema di AutoFocus è che genera nello spettatore noia. All’inizio naturalmente incuriosisce: ben presto però l’interesse scema completamente. Per due ore assistiamo alle stesse cose, ripetute all’infinito. Da sottolineare poi che la sceneggiatura non ci spiega affatto la psicologia del personaggio. Le motivazioni del suo trasformarsi rimangono oscure.

Vengono poi trascurati i suoi rapporti con mogli e figli e con l’ambiente di lavoro e si perde così l’occasione di offrire un quadro della situazione familiare e del mondo dello spettacolo nell’America degli anni Sessanta.

L’unica preoccupazione di regia e sceneggiatura è illustrare, quasi con occhio clinico, l’ossessione sessuale di un uomo.

Regia e sceneggiatura osservano freddamente (non esaltano, non condannano), noi spettatori rimaniamo altrettanto freddi, senza alcuna partecipazione.

Lodi senza riserve ai due protagonisti.

note

(1)     Dopo essere stato presentato ai Festival di Chicago e di NewOrleans, il film ha avuto negli States una diffusione molto limitata.

scheda

premi e riconoscimenti

sito italiano

agosto 28, 2011 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. Due attori strepitosi in una storia squallidissima

    Commento di annapet70 | agosto 30, 2011

  2. Certo, noioso e ripetitivo… ma un film interessante

    Commento di andreanovanta | settembre 1, 2011


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: