Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Gli ultimi fuochi”

1976: The Last Tycoon di Elia Kazan

uscita usa: 19 novembre 1976   

 

La Montagna ha partorito il topolino…

Impressionante il complesso di celebrità legate a questo lavoro. Una leggenda della letteratura americana (F.Scott Fitzgerald) l’autore del romanzo a cui il film si ispira. Uno dei più grandi scrittori (Harold Pinter) artefice della sceneggiatura. Un monumento del cinema (Elia Kazan) per l’ultima volta alla regia. Un cast da brividi, composto da nomi che hanno fatto (e alcuni continuano ancora oggi) la storia del cinema, ognuno dei quali abituato a reggere da solo un intero film.

Queste le premesse. Come non aspettarsi, se non un capolavoro, almeno un’opera particolare, difficile da dimenticare? Purtroppo il risultato tradisce tutte le aspettative.

Certo il film è a tratti ironico e cinico, sempre raffinato ed elegante… ma algido e di una lentezza esasperante (dura 123 minuti ma sembrano il doppio). Un affresco su «il cinema che fu», una disperata storia d’amore… ma i due temi non convivono, stridono l’un con l’altro, si disturbano a vicenda… dando allo spettatore la sensazione di vedere due opere diverse casualmente accumunate. Non solo. I due temi, presi singolarmente, lasciano a desiderare. Il primo non affascina come ci si sarebbe aspettato, il secondo non coinvolge né appassiona. Difettose anche le sequenze in bianco e nero rievocanti i film di un tempo: senza mordente e significato, e in più malamente inserite. Deludente la colonna sonora (solitamente protagonista in storie del genere), praticamente inesistente. Non completa la ricostruzione storica (nessuna donna negli anni 30 si sarebbe pettinata come questo film ci mostra…). Sbagliata la scelta della protagonista: una semisconosciuta Ingrid Boulting, incolore e senza personalità.

Rimane la prova maiuscola di un Robert De Niro in stato di grazia (a cui però la voce di Luigi Proietti, statica piatta e monocorde, non rende merito).

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

Advertisements

agosto 22, 2011 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

7 commenti »

  1. concordo
    tanti bravi attori sprecati: De Niro, Nicholson, Mitchum, Pleasance (l’inglese che prova a fare lo sceneggiatore e viene subito buttato fuori), Milland ecc
    il romanzo di F.S.Fitzgerald (purtroppo incompiuto) era molto più complesso

    Commento di marco1946 | agosto 23, 2011

  2. Lascia veramente a bocca aperta vedere l’elenco delle star… peccato non tutte sfruttate a dovere

    Commento di giuliano | agosto 25, 2011

  3. Il monologo di Robert De Niro sul cinema non solo conferma il talento di “un mostro della recitazione” ma è una sequenza da mettere in tutte le antologie cinematografiche

    Commento di exdubius | agosto 28, 2011

  4. De Niro & Nicholson insieme: cosa c’è di meglio?

    Commento di fabio80 | agosto 28, 2011

  5. Film un po’ “pallosetto” ma merita d’essere visto

    Commento di joel | settembre 1, 2011

  6. Lavoro che fa intuire (solo intuire) la grandezza di un Maestro come Elia Kazan

    Commento di giovandrea | settembre 12, 2011

  7. Mi piace la colonna sonora di questo film

    Commento di mercuzio | settembre 20, 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: