Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Giorno di festa”

1948: Jour de fete di Jacques Tati

uscita francia: 11 maggio 1949     uscita usa: 19 febbraio 1952

 

Il film che rivelò al mondo un grande artista.

Per François Truffaut “Un film di Tati è necessariamente e a priori un’opera geniale, semplicemente per il fatto che dall’inizio alla fine vi è imposta un’unica, assoluta autorità”. Come non concordare?

Nel suo primo lungometraggio non abbiamo ancora la celebre figura di Monsieur Hulot, ma l’essenziale caratteristica del cinema di Tati (mostrare il protagonista sperduto come un pesce fuor d’acqua in una realtà con cui la comunicazione è ardua) c’è già tutta.

Attento osservatore della vita quotidiana e delle sue incongruenze, Jacques Tati -con tenerezza, con simpatia e profondo senso umano-  descrive mirabilmente ambienti e personaggi di un mondo che, nella sua repentina evoluzione, è destinato a scomparire e che solo nella campagna potrà, forse, resistere: «cineasta della nostalgia» è stato giustamente definito questo grande poeta della comicità.

Naturalmente, tripudio della critica:

“Una delizia per spettatori di tutte le età” (il Morandini), “…povero di parole ma ricco di intelligente comicità” (il Farinotti), “…un racconto incantevole” (Il Corriere della Sera), “E’ come un vino. D’annata, ovviamente. E niente è lasciato al caso se non a quello dell’intelligenza… Tenero, crudele, poetico e anche, sopratutto, divertente” (Pratosfera.com), “…un successo strepitoso tanto che il comico venne considerato al pari dei grandi maestri del neorealismo italiano seppur con la differenza del mezzo d’espressione: non il dramma della quotidianità ma la comicissima satira sociale” (1aait.com), “Riproiettato in Francia, una platea di oltre 160.000 spettatori di età diverse ha riso di nuovo per il film di Tati perché i videogiochi possono essere coinvolgenti, ma nessuno di loro avrà mai il soffio di vita, poesia e arte di un vero Giorno di festa (Giovanna Grassi).

Purtroppo la copia in circolazione (dvd e schermi televisivi) non è del tutto soddisfacente: è la versione a colori (1) restaurata dalla figlia Sophie nel 1995 ma i colori sono piuttosto slavati, e in certe sequenze tendono tutti al marrone.

note

(1)     Il film venne girato contemporaneamente da due macchine da presa, la prima con pellicola in bianco e nero, la seconda a colori (il Thomsoncolor, in corso di sperimentazione). Nelle sale fu proiettata solo la prima versione.

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

agosto 5, 2011 - Posted by | cinema-recensioni, classici | , , , , , , , ,

6 commenti »

  1. Se non vedo di tanto in tanto un film di Jacques Tati, sento che mi manca qualcosa.

    Commento di blabla | agosto 6, 2011

  2. Una continua sorpresa

    Commento di tim | agosto 7, 2011

  3. Eccentrico ed esilarante, poetico come non mai… un Tati geniale

    Commento di patricia | agosto 13, 2011

  4. Una girandola di trovate in un film tenerissimo

    Commento di defalco | agosto 21, 2011

  5. Un vero Genio…io lo metterei vicino ai grandi…Chaplin ecc…la prima volta che l’ho visto non in questo film ma in Le vacanze di Monsieur Hulot,quasi non ci credevo alle trovate geniali del film (vedi quando lui entra nel bar o quando va al funerale ecc…a parte che oltre che rimanere sbalordito mi stavo facendo delle vere e ricche risate, cosa che riescono soltanto i vecchi artisti.

    Commento di eroldblog | dicembre 18, 2012

  6. ah dimenticavo…grazie per l’omaggio che hai fatto a Tati e complimenti per il video, bello.

    Commento di eroldblog | dicembre 18, 2012


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: