Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Paranormal activity” di Oren Peli

2007: Paranormal Activity di Oren Peli


Giunto in Italia colpevolmente in ritardo un film interessante e diverso da altri dello stesso genere.

Strepitoso e inatteso successo in Usa, è giunto da noi con l’etichetta di «nuovo The Blair Witch Project». Le premesse non erano quindi delle migliori (il celebre film di Myrick & Sánchez, vero caso cinematografico una ventina d’anni fa, è stato -a mio parere- una delle maggiori prese in giro provenienti dagli States). Paranormal activity adotta esteriormente le stesse caratteristiche del lavoro del 1999 (l’approccio da film reality e il bassissimo costo di produzione) ma, a differenza di quello, racconta una storia con veri e plausibili personaggi, storia non certo originale ma raccontata talmente bene che non può non incuriosire e catturare la massima attenzione. Una tensione dosata con giusto equilibrio che sale pian piano coinvolgendoci ed emozionandoci.

Il vedere tutto esclusivamente attraverso una videocamera amatoriale (da qui l’aspetto realistico-documentaristico del film) non appare una pura e semplice esercitazione stilistica ma come l’essenza stessa di ciò che si sta raccontando, non una cornice vuota che contiene il nulla (così a suo tempo la critica si espresse a proposito di The Blair Witch Project ) ma la componente necessaria e insostituibile di un’opera che senza di essa non avrebbe ragione d’essere.

Un lavoro semplice ma affascinante (1), in cui lo splatter e il cattivo gusto sono rigorosamente banditi e che si avvale di due protagonisti sconosciuti ma validi (Katie Featherston, Micah Sloat).

p.s.

1) Dato l’enorme successo al botteghino, la Universal Pictures nel 2010 ha realizzato Paranormal Activity 2 (si tenta di spiegare quanto accaduto nel primo film).

2) Nella Scheda (Wikipedia) si possono leggere le tre versioni del film

note

(1)     Giustamente Daniela Catelli scriveParanormal Activity è…un esperimento interessante che riporta il cinema dell’orrore a una dimensione minimale, dove la paura è quasi sempre fuori campo, nella mente di chi guarda e costruisce il suo mostro personale, e non nell’obiettivo che tutto rivela, con la pretesa di spaventarci tutti allo stesso modo”.

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

aprile 11, 2011 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , ,

4 commenti »

  1. Paranormal activity è un film sicuramente da guardare, il secondo ha un epilogo che ho trovato un pò ridicolo:) bel blog anche io ho un blog che si occupa di cinema, se ti va potremmo scambiare link

    Commento di affari nostri | aprile 11, 2011

  2. Senz’altro preferibile a “The Blair…”

    Commento di abla | aprile 13, 2011

  3. La suspense non manca

    Commento di giusy | aprile 14, 2011

  4. Vista la gran reclame mi aspettavo una gran fregatura, invece… non l’ho trovato niente male

    Commento di brad | aprile 24, 2011


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: