Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Ladri di cadaveri” di John Landis

2010: Burke and Hare di John Landis


Dopo dodici anni di assenza dal grande schermo ritorna il celebre e celebrato regista di Chicago a cui si devono autentiche perle come “Un lupo mannaro americano a Londra” e “Blues Brothers”.

Entusiasmo generale della critica (a cui francamente non sento di associarmi): “Una commedia nera sovversiva e spassosa” (Movieplayer),  “…divertente,spietato,spiazzante” (Il Messaggero), “…una scommessa piacevole, perché riporta a un cinema amabilmente fuori moda, quasi volutamente anacronistico” (L’Unità), “…ci sembra giusto sottolineare i pregi di un’opera originale, benissimo confezionata e ancor meglio recitata” (Comingsoon), “Una vivace commedia, tra genialità e romanticismo” (MyMovies), “…una veloce commedia nera che non delude e risulta ben diretta” (FilmUp), “Il regista confeziona un’onesta e curata black-comedy in cui a morire siamo soprattutto noi: dal ridere” (Il Fatto Quotidiano”, “…bravura e genialità” (L’Osservatore Romano), Con Ladri di cadaveri, John Landis dimostra ancora una volta il suo incredibile talento” (MicroMega).

Unica voce discordante quella di Maurizio Porro (con cui pienamente concordo) che sul Corriere della Sera scrive: Elegantemente inutile, idolatrato da cinefili fuori moda, il nuovo Landis racconta i due serial killer straccioni che nella Edimburgo del 1828 vendono cadaveri a medici. Un tocco Ealing-Alec Guinness ma in quasi totale assenza di humour, fatte salve le virtù scene-costumi-fotografia ma senza che nulla, a cominciare dal cast nobile ma poco comunicativo, introduca nel complotto l’aguzzo coltellino della satira. Horror e commedia non shakerati”.

Le imprese di due truffatori che si improvvisano assassini seriali, le controversie dei più importanti anatomisti di Edimburgo (divisi tra progressisti e tradizionalisti), l’allestimento di una produzione tutta al femminile del “Macbeth” di Shakespeare: tre filoni in un film che stenta ad amalgamare il tutto (le tre storie appaiono tra loro separate disturbandosi a vicenda). Le situazioni descritte sono più fastidiosamente farsesche che surreali o grottesche come ci si sarebbe aspettato. I vari personaggi non li ho trovati spassosi o simpaticamente pasticcioni: mi sono parsi piuttosto inverosimili e a volte non tanto gradevoli… sicuramente poco accattivanti.

Ladri di cadaveri mi è sembrato un film né sovversivo né provocatorio (come da più parti si è detto), ma un’opera che presenta sovente gags mille volte viste e che più di una volta rasenta la noia.

Da encomio fotografia, costumi e scenografia.

p.s.

Il richiamo che molti fanno a due gioielli come Sangue blu e La signora omicidi, suona blasfemo.

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

trailer

Annunci

febbraio 26, 2011 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , ,

4 commenti »

  1. Grande attesa per il ritorno di Landis, grande delusione…

    Commento di lina | febbraio 28, 2011

  2. Concordo pienamente col critico del Corriere della Sera (e non capisco proprio l’entusiasmo di tutti gli altri critici)

    Commento di tim | marzo 3, 2011

  3. Per non parlare dei riferimenti “arrampicati” ad “Arsenico e vecchi merletti”…
    No, nell’ultimo film di Landis si vivacchia (quando non si moricchia) tra ripetute di miliziani svenuti alla vista di cadaveri sezionati e piedi rimasti a contrasto nella porta; la noia di una comicità stantia contribuisce alla puzza dei vicoli della capitale scozzese.

    Commento di pompiere | marzo 8, 2011

  4. Non l’ho trovato all’altezza di altre celebrate opere di Landis ma non mi è del tutto dispiaciuto

    Commento di alice | marzo 15, 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: