Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Alice in Wonderland” di Tim Burton

2010: Alice in Wonderland di Tim Burton

alice-locandina

Visivamente è un meraviglia, un grande spettacolo degno della migliore Hollywood. Il problema è che da Tim Burton ci saremmo aspettati qualcosa di diverso: più fantasia, più anticonformismo, più trasgressione…

Il pubblico ha gradito (1) ma l’intera critica ha sottolineato come il regista (pur realizzando un lavoro estremamente ricco e godibile) abbia deluso le aspettative dei suoi veri estimatori:

“Troppa Walt Disney Pictures e troppo poco Tim Burton” (Filmfilm.it), “…il film sembra molto più convenzionale di quanto ci si sarebbe potuto aspettare. È più un film della Disney illustrato da Tim Burton che un film di Tim Burton prodotto dalla Disney” (Variety), “…una parabola disneiana nel senso più deteriore del termine, per la quale l’eroina del caso trova la strada che era stata decisa per lei invece di forgiarne una con le proprie mani o secondo i propri gusti” (MyMovies), “Valeva la pena scomodare tanti talenti se il risultato somiglia ai troppi fantasy visti in questi anni (alla fine Alice affronta perfino un dragone), già destinati a moltiplicarsi con le nuove tecnologie?” (Il Messaggero), “Tim sembra un mediocre imitatore di se stesso, e ci offre un’Alice totalmente normalizzata, lieto fine (!) compreso” (Liberazione), “…nulla da dire su scenografie e costumi, la superba cornice insomma, davvero una gioia per gli occhi, ma molto da ridire sul deludente quadro, che non ha mai il guizzo che ci si aspetta” (Il Giornale).

Alice in Wonderland ha i pregi e i difetti degli innumerevoli blockbusters che da anni Hollywood ci elargisce con (eccessiva) generosità: effetti speciali strabilianti, confezione lussuosa, ritmo veloce, ma assenza di vere emozioni. I sensi dello spettatore sono favorevolmente colpiti ma il suo cervello e il suo cuore rimangono a digiuno: il meraviglioso, il magico, l’incanto, la poesia, l’inventiva, l’originalità… brillano per la loro assenza.

Un film fatto apposta per chi ama il grandioso e il fantasmagorico ma teme l’anticonvenzionale.

Apprezzabili gli attori (soprattutto un’ indimenticabile Helena Bonham Carter) ma Johnny Depp appare la pallida ombra di se stesso, Anne Hathaway è (volutamente?) insipida, Mia Wasikowska affatto accattivante.

p.s.

Girato alternando l’animazione bidimensionale con le riprese dal vero e poi gonfiato in 3D col digitale, Alice in Wonderland sintetizza (con qualche variazione) i due romanzi di Lewis Carroll Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie (1865) e Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò (1872).

note

(1) Da Wikipedia apprendiamo che “con un budget stimato di 200.000.000 $, negli Stati Uniti, nel primo week-end Alice in Wonderland ha incassato 116.300.000 $, mentre in Italia, in soli quattro giorni, ha incassato ben 8.155.000 €, di cui 1.400.000 € nel primo giorno di programmazione. Con un incasso di 1.021.791.110 $ nel mondo, si pizza al sesto posto nella classifica dei film che hanno incassato di più nella storia del cinema e diventa il sesto film in classifica ad aver superato la soglia del miliardo di dollari”.

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

trailer

Annunci

gennaio 3, 2011 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , ,

10 commenti »

  1. Bello, non c’è che dire… eppure mi sono un tantinello annoiato

    Commento di riccardo | gennaio 4, 2011

  2. Fare di Alice una “femminista” mi è sembrata un’idea un po’ tirata per i capelli

    Commento di giugaro | gennaio 6, 2011

  3. Tecnicamente perfetto ma senza poesia

    Commento di petrella | gennaio 9, 2011

  4. Non mi ha convinto ma Clint resta sempre un grande

    Commento di iacopa | gennaio 9, 2011

  5. Stranamente un film poco vivace…

    Commento di annapet70 | gennaio 10, 2011

  6. Sbagliatissima la scelta della protagonista, insipida e anonima

    Commento di gianluca | gennaio 15, 2011

  7. Ammiro incondizionatamente Johnny Depp ma qui mi sembra un po’ in sordina

    Commento di siriah | gennaio 16, 2011

  8. @ gianluca: condivido

    Commento di ines | gennaio 20, 2011

  9. Un film moscio e noioso non degno di T.B.

    Commento di marcellino | gennaio 31, 2011

  10. Innanzitutto buon giorno, e grazie per i commenti al blog: sono troppo impegnato per postare più di 10 interventi al mese, e il fatto che ci sia chi mi segue comunque é un grande piacere, oltre che un grande stimolo a migliorarlo e migliorarmi sempre. Passando al film, credo che la noia di cui parlano molti spettatori (non solo su questo blog) sia dovuta all’ eccessiva pubblicità che é stata fatta del film: già dall’ anno prima dell’ uscita Internet era inondato a cadenza regolare da anticipazioni, foto di scena, teaser trailer, oltre che dai pettegolezzi sulla trama e sulle invenzioni visive, a mio giudizio creati ad arte dalla produzione per far lievitare l’ attesa riguardo al film. Così, quando siamo andati a vederlo, ci é sembrato tutto già visto. Detto questo, anche se la produzione l’ avesse promosso con maggiore sobrietà i fan di Burton sarebbero rimasti comunque delusi: non c’é traccia del Burton graffiante di “Edward mani di forbice”, come hai giustamente intuito qui il regista sembra essersi detto “é un film Disney, diamoci una regolata”, tradendo così il suo modo di fare cinema. Condivido anche le critiche sulla scelta e la gestione degli attori: alcuni, come Helena Bonham Carter, hanno un talento così sconfinato da potersi gestire anche da soli, altri non hanno la stessa maturità artistica e quindi hanno offerto una prova sottotono. Mi é piaciuto molto il commento “tecnicamente perfetto, ma senza poesia”: calza alla perfezione non solo a questo film, ma a gran parte del cinema americano. Ha scritto una cosa simile Farinotti nel recensire “Tra le nuvole”, che pure gli é piaciuto moltissimo.

    Commento di wwayne | febbraio 1, 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: