Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Batman begins”

2005: Batman begins di Christopher Nolan


Dei sei capitoli dedicati all’uomo-pipistrello, questo (il penultimo) è probabilmente il migliore.

Finalmente «un giocattolone hollywoodiano» che non si basa esclusivamente sugli effetti speciali (che comunque ci sono e fanno grande spettacolo) ma costruito su una solida sceneggiatura che racconta una storia coinvolgente al massimo, a cui lo spettatore partecipa senza un attimo di noia. Bellissima l’idea di mostrare come un uomo comune (seppur multimiliardario), oppresso dai sensi di colpa e dedito alla tormentata ricerca del bene (un uomo in perenne lotta con la propria anima), riesca a diventare un supereroe imbattibile, edificando così il proprio mito: un simbolo di speranza e di forza per tutti. Assistiamo con interesse e curiosità alle varie fasi di questa «costruzione» e tutto è credibile, ogni azione ha una sua logica: il «mito» ha una spiegazione concreta.

Nel delineare come le filosofie orientali possano diventare fautrici di morte e di violenza ( i cattivi sembrano dei monaci Zen «deviati», dei giustizieri impazziti) il regista forse maschera (come ha sottolineato qualche critico) la percezione che Hollywood ha del «pericolo giallo», di un cinema -superiore per tecnica e per profondità- che potrebbe mettere in discussione la sua leadership: anche se fosse vero, è rimarchevole che ci si ponga il problema della diversità tra una giustizia radicale e feroce e una dolente e umana.

L’atmosfera è cupa (ma non gotico-barocca alla Tim Burton), la scenografia è quanto di meglio si sia visto, la città è un miscuglio di Chicago e Hong Kong reinventate magicamente al computer, la messa in scena è di grande raffinatezza, la fotografia fantastica, il montaggio strepitoso, la colonna sonora (forse un po’ troppo invadente) appropriata.

Fantastico il ricco cast all-stars:

Christian Bale (il ragazzino che nell’87 fu il convincente protagonista de L’impero del sole di Steven Spielberg e all’età di 36 anni ha già al suo attivo film come American Psycho, L’uomo senza sonno, The New World) è forse il miglior Batman finora visto, Liam Neeson rinnova il suo ruolo di Guerre stellari con la solita bravura, Michael Caine è eccezionale come sempre, Gary Oldman si cimenta in una parte finalmente diversa e supera brillantemente la prova, Morgan Freeman rifà se stesso (ma è sempre un godimento vederlo). Infine, Katie Holmes: all’epoca molto attesa, non è del tutto credibile nel personaggio che interpreta e che del resto è di contorno: la aspettiamo ancora in un ruolo più consistente. 

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

 

Annunci

ottobre 8, 2010 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , ,

7 commenti »

  1. …non per niente è piaciuto anche a chi non ama molto i blockbusters

    Commento di nino | ottobre 9, 2010

  2. Concordo: dei tanti Batman, C.B. è il migliore

    Commento di carlo | ottobre 9, 2010

  3. Il genere non mi piace molto, l’ho visto convinta da amici… Ringrazio, è veramente un film notevole

    Commento di ines | ottobre 9, 2010

  4. Film profondo e sostanzioso, non solo spettacolo (che del resto è bello…)

    Commento di plusplus | ottobre 10, 2010

  5. Magnificamente recitato, un lavoro intelligente e che nobilita il genere

    Commento di moviemovie | ottobre 14, 2010

  6. Forse il film che si avvicina maggiormente al fumetto originario. Bellissimo

    Commento di giulinofox | ottobre 16, 2010

  7. Ovviamente il film é perfetto dal punto di vista tecnico, ma questo ha quasi cessato di essere un merito, visto lo standard di Hollywood da questo punto di vista. Ciò che rende veramente notevole il film é, oltre alla sceneggiatura come giustamente sottolineavi, l’ atmosfera cupa e dark, che però non diventa mai depressa o malinconica. E’ Gotham City la vera protagonista del film. “The Dark Knight” é così tanto superiore a qualsiasi altro film di Batman che ormai nessuno si ricorda del suo predecessore: é un peccato, perché é in questo film che Nolan ha preso confidenza con Batman, quindi senza “Batman Begins” non ci sarebbe stato nemmeno “The Dark Knight.” P.S.: Per chi volesse avvicinarsi al fumetto, consiglio di cominciare con le storie di Jeph Loeb e Tim Sale.

    Commento di wwayne | febbraio 17, 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: