Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Wolf – La belva è fuori”

1994: Wolf di Mike Nichols

La critica lo ha lodato per l’intenzione di «innalzare» il genere horror (generatore di tanta spazzatura…) sostenendo però che il tentativo non è del tutto riuscito: giudizio, a mio parere, errato.

Thriller horror ironia perfettamente fusi in questo film di Mike Nichols che ha anche il merito di essere, come scrive Tiziano Sossi,un’analisi critica della società intellettuale e manageriale statunitense”. La suspense è mirabilmente calibrata, il ritmo è sostenuto senza essere esageratamente forsennato, le sorprese sono ben dosate. Un horror che ha il pregio di avere «una storia» che lo sostiene, forse non del tutto originale ma interessante e intrigante. Wolf coinvolge e non concede un attimo di tregua allo spettatore che non sa se ammirare maggiormente la perfetta regia di uno dei migliori talenti del cinema americano, l’intelligente script opera di Wesley Strick e di Jim Harrison, la magica fotografia del grande Giuseppe Rotunno, l’eccezionale performance dell’intero cast composto da nomi prestigiosi del firmamento hollywoodiano. Un plauso particolare a Jack Nicholson, inaspettatamente controllato in un ruolo in cui era facile strafare: ennesima conferma di un talento fuori del comune.

p.s.

Inappropriata e fastidiosa la colonna sonora di Ennio Morricone, con l’aggravante del ‘già sentito’.

scheda

premi e riconoscimenti

Annunci

agosto 12, 2010 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 commenti »

  1. Non riesco a capire perchè alcuni “critici” specie quelli di Marzullo in Cinematografo lo abbiano stroncato, inneggiando poi a film degni di Tafazzi.
    Un saluto Sandro

    Commento di Circuito Cinema Bologna | agosto 12, 2010

  2. Un ottimo mix di generi diversi con un Nicholson grandioso

    Commento di waksman | agosto 13, 2010

  3. L’ho rivisto dopo tanto tempo. Il giudizio è sempre lo stesso: un film decisamente al di sopra della media

    Commento di manlio50 | agosto 13, 2010

  4. Ricordo che la stampa ne parlò malissimo, io lo trovo ancora oggi interessante anche se, leo, hai forse esagerato nelle lodi

    Commento di giada | agosto 13, 2010

  5. @giada Non sono d’accordo, è un ottimo film: elegante e sobrio, una bella metafora della società odierna

    Commento di niger | agosto 14, 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: