Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Disastro a Hollywood”

2008: What Just Happened? di Barry Levinson

Presentato al Sundance Festival e a Cannes, ha ricevuto critiche controverse.

“Un film che non ha entusiasmato davvero nessuno” (Movieplayer), “…parla di cinema con quel giusto mix di ironia e sarcasmo che non guastano” (Il Corriere della Sera), “Nei limiti della convenzione, si sorride abbastanza” (Repubblica), “Botteghino Usa vicino allo zero, soprattutto se si considera il cast all stars… e batoste anche da buona parte della critica.  Eppure a noi la commedia, nella regia al solito impeccabile di Barry Levinson, non è dispiaciuta” (La Stampa), “Una commedia senza troppe pretese” (Il Mattino), “…nella vicenda di un produttore alle prese con guai professionali e familiari, quasi tutto è già visto” (Il Giornale).

A Barry Levinson (ex attore ed ex commediografo) dobbiamo più di un buon film (basti pensare a Rain Man, Good Morning Vietnam, Sleepers, Sesso e potere…). Ma questa volta ci ha veramente deluso.

Disastro ad Hollywood (ispirato a What Just Happened? Storie amare dal fronte di Hollywood, libro di memorie scritto dal produttore cinematografico Art Linson) risulta uno dei lavori più noiosi visti nelle ultime stagioni: giustamente, nonostante il cast stellare, è stato un flop ai botteghini di tutto il mondo. 107 minuti senza ritmo né mordente in cui accade ben poco e che mostrano la solita disastrata situazione di coppia e il ripetitivo affresco di un mondo dove il danaro conta più dell’ispirazione artistica. Tutto già visto, senza un briciolo di inventiva e di originalità. Il racconto ruota intorno al personaggio interpretato stancamente da Rober De Niro, personaggio che fallisce come marito e come produttore cinematografico ed è da sottolineare che i due aspetti si disturbano a vicenda, non convivono, non si amalgamano.

Oscillante tra ironia e malinconia, il film fallisce in ambedue le componenti: manca di coraggio nella satira su Hollywood (tutto è talmente blando e soft da rasentare il saporifero), scarseggia nella profondità e nella riflessione.

I prestigiosi nomi che compongono il cast appaiono completamente sprecati e sembrano costituire solo uno specchietto per le allodole: tutti incolori, tutti superflui.

scheda

sito ufficiale

luglio 1, 2010 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

6 commenti »

  1. Nelle intenzioni una commedia dolce-amara, nei risultati uno dei peggiori film visti ultimamente…

    Commento di pina | luglio 2, 2010

  2. Spiace che un grande come De Niro non riesca più ad azzeccare un film

    Commento di fabrizio | luglio 3, 2010

  3. La satira non è graffiante, le lungaggini troppe… Tanta noia

    Commento di petrella | luglio 4, 2010

  4. Scontato e convenzionale: una vera delusione!

    Commento di giusy | luglio 5, 2010

  5. Ti seguo da un po’, e volevo farti i complimenti per il blog, davvero completo e ben fatto. Siccome ho intenzione di continuare a seguirti, avevo intenzione di inserirti tra i link del blogroll: fammi sapere se sei interessato ad uno scambio di link!

    Commento di il cineocchio | luglio 7, 2010

  6. Ottimo!

    Commento di cinemaleo | luglio 11, 2010


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: