Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Il mondo di Horten”

2007: O’ Horten di Bent Hamer

Presentato a Cannes 2008 nella sezione Un certain renard, ha ricevuto lodi a non finire dall’intera critica.

“…eccentrico, piacevole, intelligente, ben recitato e ben diretto, ha un umorismo, una sensibilità rara, e non si prende gioco dei vecchi” (La Stampa), Il mondo di Horten ha le qualità degli altri film di Hamer: bizzarria visiva, humour a miccia lenta, morale nascosta ma persistente. Un conforto, di questi tempi” (Il Messaggero), “I 90 minuti del film risultano godibili perché pieni di grazia e leggerezza” (Il Giornale), “Un film diretto in maniera superba dal talentuoso regista norvegese” (Movieplayer).

Il protagonista è un uomo che, dopo aver trascorso -con immutabile routine- l’intera vita sui treni, va in pensione, finalmente libero dalla monotonia e dalla estrema meticolosità finora seguita: abituato alla certezza dei binari e degli orari dovrà ora affrontare un mondo incerto e impreciso che gli offre l’occasione di incontri che definire bizzarri è poco. Un uomo che di fronte al caos dell’esistenza sembra non reagire, rimanendo un osservatore oggettivo e imperturbabile (non per niente Bent Hamer è stato definito “regista dell’impassibilità” assimilandolo a Tati, Jarmusch, Kaurismaki…). Ma è semplice apparenza: l’ex-ferroviere (e noi insieme a lui) scoprirà con lieto stupore tutta  un’umanità, “un’umanità varia e singolare, che ancora riesce a emozionarsi, a sorridere, ad avere piccoli gesti di solidarietà” (Luisa Ceretto).

Un film delicato e leggero (all’apparenza), ironico e surreale (molte immagini richiamano René Magritte), a tratti poetico e fiabesco: una boccata d’ossigeno di fronte a tanto cinema fracassone e frenetico che forse non tutti gradiranno ma che consente allo spettatore più sensibile qualche giusta dose di meditazione.

Perfetto Baard Owe, da lodare senza riserve.

scheda

premi e riconoscimenti

sito ufficiale

giugno 16, 2010 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , ,

3 commenti »

  1. Alla fine, inaspettatamente, il film si rivela ottimista… ed è una vera sorpresa. Non facile ma da vedere.

    Commento di laura | giugno 17, 2010

  2. Malinconico e al contempo ironico. Un lavoro profondo forse non per tutti i palati.

    Commento di peter | giugno 18, 2010

  3. All’inizio mi ha lasciato interdetto ma poi mi sono lasciato coinvolgere. Impossibile non apprezzarlo…

    Commento di marcellino | giugno 23, 2010


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: