Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Kitchen Stories”

2003: Salmer fra kiøkkenet di Bent Hamer

Inondato di premi e candidato all’Oscar questo film che definire «insolito» è poco e che Il Sole 24 Ore ha definitoRacconto filosofico, piccolo apologo nordico con la grazia di una favola della nonna”.


Un inno all’amicizia e alla comunicazione questo di Bent Hamer, nativo della Norvegia e operante in Svezia, luoghi dove le due cose devono essere tutt’altro che facili: “la gioia creativa, le emozioni, la rottura della disciplina, l’individualità contro la rigidità inscalfibile dello stato sociale scandinavo” (Il Manifesto). In un ambiente perennemente innevato (tranne che nel finale, e c’è un motivo…) dove l’isolamento e la solitudine sembrano regnare sovrani, una storia che sa di assurdo e paradossale ma che nasconde molte verità sulla società occidentale e sul nostro essere. Accade poco nel film, solo tante piccole notazioni che però esprimono al meglio frustrazioni desideri bisogni… che sono nostri, a qualsiasi latitudine apparteniamo. Un film sottile che invita alla riflessione e quasi non ce ne accorgiamo (“dietro lo strato divertente e affettuoso fa capolino uno sguardo critico piuttosto acuminato”, scrive giustamente Repubblica). Ironico e surreale, fine e garbato, arguto e originale, poche parole e poco movimento di cui non si sente la necessità. Un film leggero e profondo al contempo, da gustare con calma e intelligenza.

Mai pedante o retorico, Kitchen Stories, pur toccando temi non facili e spiacevoli, dà serenità e infonde speranza: è chiaro che il regista è un ottimista, “un meraviglioso e «utilissimo» ottimista. Senza alzare la voce, facendo un cinema minimo e piacevole, ci racconta d’una possibile libertà interiore, d’una possibile «confutazione morale» di guardiani e capiguardiani, e di dèi minuscoli che se la spassano sullo sfondo, sopra le nostre teste” (Roberto Escobar).

Senso dell’umorismo, psicologia, eccellente sceneggiatura e recitazione”, il giudizio finale de La Stampa: da condividere in pieno.

scheda

premi e riconoscimenti

Annunci

aprile 28, 2010 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , ,

4 commenti »

  1. Un film davvero molto carino: l’ho visto per caso, su consiglio di un amico e sono rimasto proprio contento.

    Commento di the Tramp | aprile 28, 2010

  2. Una vera e propria chicca, un gioiellino che chi ama il “vero” cinema non può lasciarsi scappare

    Commento di peet | aprile 29, 2010

  3. Il bel finale (a sorpresa) impreziosisce un’opera al di sopra della media e che ci ripaga di tante “baggianate” che il grande schemo troppo spesso sforna.

    Commento di andrea | maggio 1, 2010

  4. Un film che dice molte cose, da guardare assolutamente senza fretta…

    Commento di lina | maggio 4, 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: