Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Vodka Lemon”

2003: Vodka Lemon di Hiner Saleem

Premiato al 60° Festival di  Venezia (ma non solo), un film interessante anche se non destinato a un vasto pubblico.

Ottime le critiche: “Un film denso di poesia e lieve come una piuma… Tragedia e commedia si fondono e confondono senza mai dimenticare la tenerezza dello sguardo” (Il Corriere della Sera), Vodka Lemon si distingue per la delicatezza del tocco… Il regista mescola sapientemente dramma e ironia, solitudine e amore” (Repubblica), “Il film è malinconico, poetico, ferocemente divertente” (L’Unità).

Ha del fascino Vodka Lemon che il curdo Hiner Saleem (studi a Roma e a Parigi) dirige coinvolgendo, nella produzione, ben quattro nazionalità (Francia Italia Svizzera Armenia). La fotografia è splendida, i paesaggi difficilmente dimenticabili (siamo in un villaggio del Kurdistan armeno postcomunista), i personaggi ben caratterizzati e capaci di catturare la nostra attenzione. Ma il film, nel suo complesso, non è facile. Volutamente statico, macchina di ripresa sempre ferma (sono gli attori a muoversi), pochi avvenimenti, pochi primi piani, pochissimi dialoghi. Si corre a volte il rischio di mettere a dura prova la pazienza dello spettatore ma, contrariamente a quanto si potrebbe credere, non ci si annoia. Si rimane incuriositi dal ritratto di un mondo che sembra distante mille anni luce dal nostro, ritratto lucido e asciutto: niente fronzoli, nessun sentimentalismo, nessuna retorica. Un mondo impervio dove vivere è una scommessa, dove povertà e desolazione regnano sovrani (“Hanno distrutto il socialismo -dichiara il regista- ma non hanno ancora costruito il capitalismo: non ci sono strade, non ci sono trasporti e ognuno pensa per sé”). Ma Vodka Lemon è tutt’altro che un film pessimista: lo dimostra l’ultima bellissima scena (citazione chapliniana), favolistica e surrealista, col suo messaggio positivo di possibile riscatto e rinascita.

Da elogiare l’ottima prova di tutti gli attori e l’accattivante colonna sonora.

p.s.

1) Nel 2005 Hiner Saleem è stato insignito del titolo di Cavaliere delle Arti e delle Lettere dal Ministro della Cultura francese Renaud Donnedieu de Vabres.

2) Il paesaggio, vero protagonista di Vodka Lemon, è così descritto da Marco Luceri: “L’Armenia dipinta nel film è un immenso luogo dell’assenza: le grandi montagne sempre innevate, i piccoli paesini sperduti, le poche vallate solcate da strade lunghissime e strette, quasi sempre vuote, che sembrano portare verso il nulla”.

3) Alla nostra attenzione la frase che il regista ha riportato in ogni intervista: a proposito dei curdi, il nonno di Hiner Saleem diceva “Il nostro passato è triste, il nostro presente catastrofico, ma per fortuna non abbiamo un futuro”.

scheda

premi e riconoscimenti

Annunci

aprile 14, 2010 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , ,

5 commenti »

  1. Un film rarefatto e difficile ma degno d’essere visto

    Commento di claretta | aprile 15, 2010

  2. Non mi ha entusiasmato, mi è sembrata una esercitazione accademica…

    Commento di rosso | aprile 18, 2010

  3. Ammetto che ho faticato a seguirlo ma ne è valsa la pena

    Commento di fabrizio | aprile 19, 2010

  4. Penso di essere stato uno dei pochi ad averlo visto al cinema, non me ne sono pentito. Offre un bellissimo ritratto del postcomunismo che fa pensare…

    Commento di waksman | aprile 22, 2010

  5. è M A G N I F I C O …così Vero …così istintintivo così onorevole …da colpire a fondo la mente il cuore la psiche …devastante senza rumore con estrema semplice umile naturalezza…

    Commento di giullygiu | settembre 9, 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: