Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Il ritratto di Jennie”

1949: Portrait of Jennie di William Dieterle

Un film difficilmente catalogabile.

Melodramma, favola, thriller si mescolano perfettamente in questo lavoro di uno dei registi più anticonformisti e meno allineati di Hollywood, quel William Dieterle che ebbe l’onore di avere come maestro il grande Max Reinhard. L’atmosfera che vi si respira e l’aspetto formale lo avvicinano ai tanti noir che furoreggiarono negli anni 40, ma Il ritratto di Jennie (alla cui sceneggiatura tratta da un romanzo di Robert Nathan collaborò Ben Hecht) è qualcosa di diverso: surrealista e fantastico, pone interrogativi sulla vita e sulla morte, sull’amore e sull’arte che superano le barriere del tempo. Contro tutte le aspettative il film ebbe un enorme impatto sul pubblico e divenne ben presto un vero e proprio cult, ricevendo altresì giudizi favorevoli dalla critica: su ‘Segnalazioni Cinematografiche’ del 1950 leggiamo “E’ un lavoro notevole per l’interesse della trama, per il valore poetico e l’alto significato di certe scene, per la maestria del regista e l’efficacia non comune dell’interpretazioni”.

Un mix perfetto di poesia, delicatezza, magia in un “film «metafisico» dalle atmosfere incerte e sospese, dove il confine tra aldiqua e aldilà (cinematografico) viene oltrepassato di continuo” (Bruno Fornara).

Particolare e degna del massimo interesse la fotografia di Joseph August, dal grande valore  pittorico (si noti come spesso nel paesaggio si intraveda la trama della tela) e dalla suggestiva mescolanza di colore e bianco e nero: il Morandini parla di “virtuosi incantesimi figurativi (viraggi di vario colore, technicolor finale)”. Sorprendenti -per l’epoca- gli effetti speciali (premiati con l’Oscar). Notevole la colonna sonora del celebre Dimitri Tiomkin ispirata a Debussy.

Carismatici oltre ogni dire i tre protagonisti, ognuno dei quali è un pezzo della storia della Hollywood dei tempi d’oro.

Jennifer Jones è stata una delle «grandi» dello schermo per più di due decenni. Lanciata dal potentissimo David O. Selznick (che poi sposerà) con Bernadette e Duello al sole, fu protagonista di innumerevoli lavori, celeberrimi e di grande successo (basti pensare a Madame Bovary, L’amore è una cosa meravigliosa, L’uomo dal vestito grigio).

Joseph Cotten (che per questo film ebbe al Festival di Venezia il premio come migliore attore) dovette l’iniziale sua fortuna alla grande amicizia che lo legò a Orson Welles (con cui lavorerà spesso). Lunghissima la sua carriera (tra l’altro fece due film con Alfred Hitchcock): da Quarto potere a L’ombra del dubbio, da Niagara a Lo scopone scientifico, da Accadde in Settembre a Il terzo uomo).

Ethel Barrymore con i fratelli Lionel e John ha costituito la più importante famiglia dello spettacolo americano. Fu soprattutto acclamata sul palcoscenico (alla sua morte venne dato il suo nome a un teatro di Broadway).

p.s.

In un piccolo ruolo appare un altro grande nome della Hollywood classica, l’indimenticabile Lillian Gish.

Nel 1945 Dieterle aveva già diretto Jennifer Jones e Joseph Cotten in Gli amanti del sogno, che sbancò i botteghini di tutto il mondo.

Luis Buñuel nelle sue memorie Dei miei sospiri estremi ha scritto: “Adoro Il ritratto di Jennie con Jennifer Jones, opera misteriosa e poetica”.

scheda

Annunci

aprile 3, 2010 - Posted by | cinema-recensioni, classici | , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

3 commenti »

  1. Lo vidi la prima volta da piccola, mi turbò molto… Bellissima la tonalità dei colori: seppia verdastro technicolor…

    Commento di marianna | aprile 4, 2010

  2. Un inno all’amore ideale, un inno al sogno: film intrigante e degno di essere visto ancora oggi.

    Commento di gianni87 | aprile 5, 2010

  3. Per fortuna in tv trasmettono l’edizione col doppiaggio originale: voci indimenticabili e che hanno fatto storia

    Commento di plus | aprile 20, 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: