Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“La donna più bella del mondo”

1955: La donna più bella del mondo di Robert Z. Leonard


 

“Gina Lollobrigida ha rappresentato la femminilità «made in Italy» per tutta una generazione. Donna forte, dai molti talenti, rimane uno dei miti del cinema nel mondo.


Nel 1955 la rivista Time le dedicò la copertina. Trionfava il «sex appeal» mediterraneo nell’America dello spettacolo. La rivista riportò il commento di Humphrey Bogart: “In quanto a sex appeal Marilyn Monroe accanto alla Lollo sembra solo Shirley Temple”. Ad Hollywood le due star divennero molto amiche. È stata diretta da grandi registi come John Huston, Renato Castellani, Mario Monicelli, Luigi Comencini, Carol Reed, René Clair, Jean Delannoy, Christian Jaque, Vittorio De Sica in più di sessanta film, talvolta recitati addirittura in tre lingue con grandi attori come Humphrey Bogart, Alec Guinnes, Gérard Philipe, Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman, Yul Brinner, Sean Connery, Marcello Mastroianni, Frank Sinatra, Rock Hudson ed Anthony Quinn. Sono tante ed indimenticabili le interpretazioni che hanno fatto di lei una delle più amate e popolari attrici del mondo…” (Paolo Vannini). AllMovie scrive: Known as «La Lollo» was the first sex symbol to emerge from post-WWII Europe at a time when Italians were giving up on neorealism in favor of Hollywood glamour”.

Sicuramente uno dei suoi lavori più famosi è La donna più bella del mondo. Con questo film Gina Lollobrigida vinse il primo dei suoi sei David Di Donatello (1). E’ l’apoteosi del suo splendore, un omaggio alla sua versatilità (mostra di essere anche un’ottima cantante) e alla sua bellezza. Il film fu il maggiore incasso in Italia nel 1955-56 ma trionfò ai botteghini di tutto il mondo rendendo la Lollo ancora più celebre e celebrata di quanto fosse e facendo sì che gli Americani la definissero “la cosa migliore dell’Italia dopo gli spaghetti”.

Diretto dall’americano Robert Z. Leonard (a cui si devono grandi successi come Strano interludio, Orgoglio e pregiudizio, Le fanciulle delle Follie…), il film non è certo un capolavoro (è la storia romanzata di Lina Cavalieri, già portata sullo schermo da Greta Garbo con Romanzo del 1930) ma merita di essere visto per il notevole sforzo produttivo (inusuale in Italia), per la bellezza delle immagini, per la favolistica e piacevole ricostruzione della belle epoque, per la vivacità e il brio della narrazione… per applaudire ancora una volta la nostra maggiore star del dopoguerra e di cui Luchino Visconti disse “tu sei eterna come il Colosseo”.

Note

(1) “La storia del David di Donatello iniziò verso la metà degli anni ‘50, con la fondazione dell’Open Gate Club di Roma. Inizialmente come simbolo venne scelta una porta che si apriva, ad indicare la fine dei tempi bui di guerra ed il ritorno ad una rinnovata apertura agli scambi culturali internazionali. In un periodo che vedeva fiorire il cinema, in particolare quello italiano grazie al Neorealismo, nel 1953 vede la luce, all’interno del club romano, il Comitato per l’Arte e la Cultura, costituito presso l’Open Gate, al quale si aggiunse un anno dopo, nel 1954, il Circolo Internazionale del Cinema, che cambiò nome, nel 1955, in Club Internazionale del Cinema. La prima cerimonia di premiazione ebbe luogo nel 1956, al cinema Fiamma di Roma. Nel 2006, per festeggiare i 50 anni del premio furono assegnati 8 premi speciali, i David del Cinquantenario, i quali andarono ai più prestigiosi rappresentanti delle principali categorie della storia del cinema italiano del periodo: per i costumisti a Piero Tosi, per i direttori della fotografia a Giuseppe Rotunno, per i musicisti a Ennio Morricone, per i produttori a Dino De Laurentiis, per i registi a Francesco Rosi, per gli sceneggiatori a Suso Cecchi D’Amico, per gli scenografi a Mario Garbuglia e per gli attori, proprio a Gina Lollobrigida(IlCinemaniaco).

(2) Curiosamente, Vittorio Gassman è doppiato da Enrico Maria Salerno

scheda

Annunci

gennaio 20, 2010 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , ,

7 commenti »

  1. La Lollo ha vinto la sfida piu difficile ed ardua, quella del successo e della popolarita in tutto il mondo e che durano ancora…

    Commento di claudio | gennaio 20, 2010

  2. Gina oltre a essere brava e bellissima, è stata ed è tuttora di una popolarità incredibile in tutto il mondo come e più della Loren anche se in Italia quest’ultima è osannata in continuazione… se lei ha meritato l’oscar per “La ciociara” quanti se ne meritava la Lollo per “Pane amore e fantasia”? Già ma non aveva l’appoggio di De Sica e un marito che si chiamava Ponti che era amico di De Laurentis…

    Commento di abla | gennaio 20, 2010

  3. La Lollo è un capolavoro in sè.

    Commento di gilbert | gennaio 20, 2010

  4. Viva la Lollo… non c’e altro da aggiungere

    Commento di mario | gennaio 21, 2010

  5. La Lollobrigida è un mito di diva e di attrice, non ha avuto la fortuna di avere un produttore al suo fianco, anche perché ha amato sempre la sua libertà. Ha sempre dimostrato doti di ottima commediante, e anche drammatiche. Quello che fa più impressione è l’accanimento contro di stampa ed ambiente che ha in Italia!!!Ci sarà un mistero o forse qualcosa di più palese che c’è sotto?? Lo si deve proprio dire?

    Commento di emme | gennaio 21, 2010

  6. L’unica che per le sue capacita, il suo talento, il suo carattere si sia fatta strada da sola partendo dalla gavetta e diventando la prima grandissima star italiana di livello mondiale è lei… a dispetto di tutti i sarcasmi e le cattiverie che proprio in Italia e solo in Italia le sono state riservate

    Commento di franco | gennaio 22, 2010

  7. La Lollo è donna di talento e come tale ammirata in tutto il mondo. Vedere la mostra delle sue opere che si è tenuta, pochi giorni fa, in Qatar a Doha capitale 2010 della cultura araba nel mondo. Noi abbiamo bellamente ignorato l’evento, tanto a noi, che abbiamo la Loren, che ce ne frega del petrolio che ci arriva da quelle parti. I soliti imbecilli.

    Commento di nicole | marzo 18, 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: