Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Spartacus”

1960: Spartacus di Stanley Kubrick


Ha scritto Il Corriere della Sera: “Kolossal con l’anima, si diceva per identificare il grande spettacolo, ma d’autore. Qui c’è la mano del maestro anche nel raccontare l’antica Roma… Ma anche gran successo nazionalpopolare meritatissimo. E 4 Oscar 4”. E su Cinema Nuovo leggiamo: “Un film capace di suscitare – attraverso toni di controllata emozione – uno sdegno vivo, virile e di chiara efficacia, un’ansia di rinnovamento: un risultato insomma che riesce a farci dimenticare tutti i “kolossal” di buona memoria, da Cabiria a  Ben-Hur”.

 

Non ricordavo che questo capolavoro del 1960 fosse così bello. L’ho rivisto recentemente e ho trovato l’ennesima conferma della maestria di Stanley Kubrick (qui alla sua prima esperienza con il colore). Il regista non è interessato alle ricostruzioni colossali né a sbatterti in faccia la presenza di migliaia di comparse (a differenza di tutti i “peplum” non solo hollywoodiani che si caratterizzano, solitamente, per i personaggi di cartapesta e per la preoccupazione di evidenziare la massa di dollari spesi). Sceneggiato da Dalton Trumbo, che era stato in prigione durante il maccartismo, Spartacus è un inno alla libertà e alla ribellione. Celebrando più il cervello che i muscoli, Kubrick analizza non tanto la gloria, quanto i sentimenti, i dubbi, le angosce, le speranze di un uomo che, per primo, incrinò delle regole secolari producendo un qualcosa i cui risultati si vedranno solo molto tempo dopo. Un’ opera magistrale che ancora oggi, come d’altronde ogni suo film, rappresenta un punto di riferimento, un modello da imitare. Grandiose le scene di battaglia (ma non sono la cosa più importante), sottile la caratterizzazione dei personaggi (e del comportamento ambiguo di alcuni di loro), toccante il finale triste e amaro, struggente il bellissimo tema d’amore di Alex North. Stellare e perfetto il cast: Kirk Douglas (non lo credevo capace di tante sfumature) Charles Laughton Laurence Olivier Jean Simmons (da ragazzo, dopo Deborah Kerr, era la mia attrice preferita) Peter Ustinov (giustamente premiato con l’Oscar) Tony Curtis.

p.s.

1) La nuova edizione del film presenta, per la prima volta, la famosa scena, mai vista al cinema a causa della censura, tra Laurence Olivier e Tony Curtis col bellissimo monologo sulle ostriche e le cicale.

2) Il film è tratto dall’omonimo romanzo  di Howard Fast, di cui Pietro Bianchi ha scritto: “… non è un’opera d’arte memorabile, ma è un libro sanguigno, teso, di sapore schiettamente polemico. Il ribellismo dello schiavo trace è innalzato a categoria extratemporale; Spartaco è il primo ribelle all’autorità arida e cieca, al razzismo, alla prepotenza dell’uomo sull’uomo”.

3) Wikipedia: “Il film fu bollato come socialmente pericoloso, pertanto fu varata un’insistente e ossessiva propaganda volta a boicottarlo”.

scheda

trailer


settembre 22, 2009 - Posted by | cinema-recensioni, classici | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

9 commenti »

  1. Un film talmente moderno che all’epoca non tutti l’apprezzarono. Le tematiche affrontate, la perfetta sceneggiatura, la prestazione di un cast favoloso, la struggente colonna sonora… servono a Kubrick per firmare il suo ennesimo capolavoro.

    Commento di garrulus | settembre 22, 2009

  2. Qualcuno ha detto che è un film “più cerebrale che muscolare”. E’ quindi un kolosal atipico, sicuramente uno dei migliori film del periodo con un cast che, per qualità e spessore, oggi sarebbe impossibile riunire…

    Commento di brad | settembre 22, 2009

  3. Alla sua uscita il film fu accusato di essere sovversivo e dire che la produzione impose a Kubrick di attenuarne la critica sociale e la polemica antimperialista… Il regista rinnegò quasi la sua opera che rimane però, nonostante tutto, un capolavoro da vedere e rivedere.

    Commento di cineio | settembre 22, 2009

  4. Belle parole che non posso certo contraddire. Però “Spartacus” è uno dei film meno riusciti del genio Kubrick. Il film, tratto dal romanzo di Howard Fast, fu sceneggiato da Dalton Trumbo. Kubrick subentrò alla regia dopo che il primo regista Mann litigò col produttore Douglas.
    Le scene delle enormi masse di persone che si muovono sono indimenticabili e gli attori sono bravi ma il progetto che inizialmente era di girare il primo kolossal a colori rivoluzionario a Hollywood, rimane a metà, secondo me, per lunghe e persistenti diatribe dei produttori che si ripercuotono sulla pellicola. Non era facile per niente fare film con Douglas, tempo fa. Il grande attore pretendeva sempre di avere un ruolo fondamentale nelle scelte sceneggiative, anche perchè ,spesso, era lui stesso il produttore e attore principale del film.
    Forse è un po’ esagerata la durata, 183′, che non pesano eccessivamente ma, alla lunga, si sentono.
    Ciao Maleo.

    Commento di esulecinefilo | settembre 22, 2009

  5. Confrontando “Spartacus” con gli altri film di Kubrick è forse di un livello leggermente inferiore ma è indubbio che rimane uno spettacolo coi fiocchi godibile da tutti i punti di vista e che col tempo non ha perso nulla delle sue qualità

    Commento di petrella | settembre 24, 2009

  6. Quando c’è di mezzo Kubrick il risultato è sempre un capolavoro. Un film incredibile, atipico. Non la cronaca come in molti colossal storici, ma il senso profondo della storia come solo Kubrick sa mostrarci.

    Commento di cinemasema | ottobre 9, 2009

  7. splendido questo sito e meraviglioso il video. Non faccio che confermare tutto quello che di positivo è stato detto. ancora grazie per dare la possibilità con il film che per fortuna è sempre tenuto in vita anche alle persone nate dopo di me.

    Commento di nonnamilena | ottobre 25, 2010

  8. Nonnamilena, grazie (il tuo sito… hai digitato male qualcosa?)

    Commento di cinemaleo | ottobre 26, 2010

  9. Mi piace

    Commento di alp2000 | novembre 20, 2010


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: