Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“88 minuti”

2007: 88 minutes di Jon Avnet

Negli States è uscito con quasi due anni di ritardo, in molti Paesi (Italia compresa) direttamente in Dvd. In questo mese è visibile sul canale satellitare.

88-poster1 da evitare 88-poster2

Pomodori Verdi fritti… è il film che ha fatto giustamente diventare famoso Jon Avnet, chiamato all’ultimo momento a sostituire James Foley alla direzione di questo thriller di produzione tedesco-americana un po’ improbabile e che si fa apprezzare unicamente per la presenza di quel genio della recitazione che è Al Pacino.

Peccato. Una trama che sulla carta si presentava intrigante (anche se non completamente originale) diluita in meno di due ore che si susseguono scialbe e piatte, senza un minimo di tensione e dal ritmo caotico non ben calibrato. Le molte inverosimiglianze, la scarsa cura dei dettagli, le lungaggini varie, il finale scontato, le evidenti incongruenze della narrazione, la mancanza di pathos, i dialoghi banali… contribuiscono a far sì che l’attenzione e il coinvolgimento dello spettatore latitino, spettatore che è portato a chiedersi se sceneggiatore e regista conoscano il genere cinematografico che affrontano e le sue minime regole. Suspense e sorprese zero, necessario senso di inquietudine (vista la trama) idem. La innovativa tecnica del “real time” non salva dalla mediocrità quest’opera diretta svogliatamente e che sembra non saper bene quale direzione prendere (scene da action movie malamente miscelate a riflessioni psicologiche) e che suscita ben poco interesse se non per la presenza, come si diceva, di Al Pacino che giganteggia qualsiasi cosa faccia.

scheda

Advertisements

settembre 21, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , ,

3 commenti »

  1. Una delle “Bibbie” americane del cinema, Rottentomatoes, ha compilato la lista dei 100 film più brutti dell’ultimo decennio. “88 minuti” vi compare al 59° posto…

    Commento di gianna | settembre 27, 2009

  2. Vabè che per un film uscito direttamente in DVD evidentemente lascia presagire un budget basso, ma l’attribuzione di voci nel doppiaggio…

    Commento di Anonimo | dicembre 29, 2009

  3. Sul fatto che il film é inverosimile niente da dire, anche se é un difetto così frequente per il cinema americano che, se dovessimo condannare un film solo per questo, si salverebbero in pochissimi. Su tutto il resto non sarei così categorico, il pathos c’é e il finale é tutt’ altro che scontato.

    Commento di wwayne | gennaio 30, 2011


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: