Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Ricatto d’amore”

stagione 2009-2010

2009: The Proposal di Anne Fletcher

Critiche non entusiaste ma generalmente positive: “Il film risulta passabile e a tratti vagamente divertente” (FilmUp),  “…un film diretto con gusto, ritmo e qualche guizzo” (MyMovies), “Anne Fletcher attraverso le dinamiche della commedia sentimentale mette in scena un allegro siparietto di situazioni esilaranti” (35mm).

ricatto-locandina si può vedere ricatto-poster

Una commedia nel più classico stile hollywoodiano (potrebbe benissimo essere un film degli anni Quaranta…): litigi, gag, peripezie varie, equivoci, lieto fine. La sceneggiatura non brilla per originalità e la trama risulta alquanto scontata ma la regista è talmente abile (anche nel dirigere gli attori) che il tutto acquista un sapore nuovo: il divertimento non manca, il ritmo è brillante, i personaggi sono simpatici e accattivanti, il coinvolgimento del pubblico è assicurato.

Ottimo successo al box office americano, Ricatto d’amore è un apprezzabile mix di comico e di romantico (dove a prevalere è il primo elemento), una tipica opera scacciapensieri di cui si può fare a meno ma che sostanzialmente vale il prezzo del biglietto.

Da sottolineare che il film, girato in massima parte nello splendido Massachusetts, visivamente è una vera gioia per gli occhi.

Sandra Bullock e Ryan Reynolds sono in forma perfetta e sembrano nati per storie del genere: senza strafare, mai sopra le righe, divertono e trascinano con encomiabile misura e spontaneità. La Bullock, dopo due anni di assenza dal grande schermo e scelte professionali un po’ scadenti, sembra aver ritrovato l’originario smalto. Reynolds dopo X-Men è sempre più sulla cresta dell’onda e intelligentemente non si fossilizza su ruoli similari.

Un plauso particolare alla nonna quasi centenaria alle prese con bizzarri riti indiani, una Betty White veramente eccezionale, e al “ballerino” Oscar Nunez.

Un film che correva il rischio di cadere nel sentimentalismo e nello sdolcinato ma che, fortunatamente, evita puntando tutto sulla leggerezza e sull’ironia (seppur vecchio stile).

p.s.

pericoloso e segno dei tempi il messaggio latente del film (donna preferibile come angelo domestico che come potente manager?).

scheda

sito ufficiale

ricatto1 ricatto2 ricatto3 ricatto4

ricatto5 ricatto6

settembre 5, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , ,

1 commento »


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: