Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“La notte non aspetta”

2008: Street Kings di David Ayer

La critica si è divisa: Ciak parla di “un’ottima suspense e un duello di attori in grande forma”, per Il Giornale il film “è scritto con la sinistra, per non dire con i piedi, è di un’improbabilità rara e di una sciatteria impressionante”, La Stampa parla di “solido soggetto del film…  buona tensione narrativa e un cast di prim’ordine”, Il Mattino sottolinea che “lo sguardo obliquo e maledetto di Ellroy viene normalizzato dalla routine di genere”.

lanotte-locandina lanotte-poster

Un’opera certamente non banale e con l’ambizione di essere uno spietato affresco di una città infernale dove gli aspetti positivi brillano per la loro assenza. Una requisitoria contro le forze dell’ordine e contro chi detiene il potere. Un quadro impressionante di egocentrismo, falsità, corruzione, violenza, arrivismo… Uno dei lavori meno rassicuranti che si siano visti negli ultimi tempi: una storia a tinte forti, sgradevole nel suo realismo, senza compromessi o reticenze.

Peccato che il tutto sia infarcito di inutili e retorici effetti spettacolari di cui non si sentiva il bisogno (che hanno l’unico risultato di distrarre lo spettatore dal tema principale del film, il contrasto tra il rispetto della legge da una parte e la difesa dell’ordine e della sicurezza dall’altra) e che regia e sceneggiatura facciano agire il protagonista (figura estremamente interessante nella sua problematicità) come un superman alla Rambo (con la conseguenza inevitabile di togliere credibilità e plausibilità a quanto vediamo sullo schermo). Peccato. Probabilmente i realizzatori del film hanno avuto paura che la sola forte denuncia non sarebbe bastata a richiamare gli spettatori e hanno preferito mascherarla dei soliti mirabolanti effettacci che caratterizzano tutti gli action-movie di ultima produzione (del resto Hollywood non ha creduto molto in questo lavoro fatto uscire in America quasi alla chetichella).

Tratto da un romanzo di James Ellroy (coautore della sceneggiatura), “lo scrittore noir più importante dopo Chandler” (Il Messaggero),  La notte non aspetta è diretto da David Ayer, noto per lo screenplay dell’ottimo Training day e per la regia del meno riuscito Harsh Times. I giorni dell’odio.

Ottima l’interpretazione di Keanu Reeves, dell’emergente Chris Evans, ma soprattutto del perfetto Forest Whitaker.

scheda

sito ufficiale

agosto 26, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , ,

4 commenti »

  1. A me non è dispiaciuto. Ha una sua originalità soprattutto nel protagonista pieno di sfaccettature, complesso

    Commento di roberto70 | agosto 27, 2009

  2. Non ho molto gradito il latente messaggio “giustificazionista” ma è indubbio che il film è ben confezionato: grande ritmo, ottimo montaggio, storia che si segue con interesse, interpreti bravissimi.

    Commento di cine | agosto 27, 2009

  3. Trovo fastidiosi (nonché pericolosi) i continui “farsi giustizia da sé” di molto cinema americano (sembra di ritornare alle più bieche produzioni anni 70).

    Commento di dubius | agosto 27, 2009

  4. Un ottimo film. Punto. Assomiglia, più nelle atmosfere che nella trama, al più o meno contemporaneo “Identikit di un delitto.”

    Commento di wwayne | febbraio 5, 2011


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: