Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Mona Lisa smile”

2003: Mona Lisa smile di Mike Newell

“Storia di una educazione sentimentale collettiva magistralmente sfaccettata dal regista nelle sottolineature delle diverse speranze e paure delle ragazze e ben resa dalla brillante recitazione di tutte le interpreti” scrive L’Espresso. Ciak sottolinea come il film eviti “abilmente, specie nella prima parte, enfasi e melodramma, riuscendo a descrivere una società da incubo con ironica e perfida leggerezza”.

monalisaposter1 si può vedere monalisaposter2

Certo, non tutto funziona perfettamente: alcuni personaggi sanno di stereotipato e mancano di spessore, qualche “cattiveria” in più non avrebbe guastato, un maggiore riferimento ai problemi del tempo (guerra fredda, maccartismo, nascente ribellione giovanile…) era necessario, il sospetto di furbizia in fase di realizzazione affiora qua e là, la sceneggiatura a volte rasenta la superficialità… Ma il film è godibile e tutt’altro che banale. Il tocco è leggero e ironico ma i temi che affronta (bigottismo, razzismo, maschilismo, conformismo, perbenismo… e tanti altri “ismo”) e il condivisibile appello all’emancipazione femminile lo rendono qualcosa in più di una semplice commedia.
Mona Lisa smile scorre veloce, interessando lo spettatore e attirando le sue simpatie. La realizzazione è elegante, le inquadrature sono belle, la ricostruzione d’epoca impeccabile, il ritmo vivace, la colonna sonora imperdibile, il cast tutto da incondizionato applauso. Julia Roberts è magnetica come non mai, riempie la scena con la sola presenza, “buca” lo schermo come poche altre: un vero piacere vederla recitare (benché qui sia penalizzata da un personaggio non riuscito completamente, non coerente e un po’ troppo sottotono).
Finale commuovente ma senza eccedere nel facile sentimentalismo. Buona l’idea di accompagnare i titoli di coda con le immagini degli aspetti più caratteristici dell’iconografia anni ’50 e che la dicono lunga sul ruolo attribuito alla donna.
“Un Attimo fuggente al femminile” da molti definito questo film giudicandolo una operazione studiata a tavolino per trarne il maggior valore commerciale possibile: forse è vero ma il tutto è confezionato così abilmente che non lo noti e ti lasci volentieri coinvolgere da quanto vedi sullo schermo, partecipando, sorridendo… e apprezzando quanto cammino l’umanità ha fatto negli ultimi cinquant’anni nel campo dell’ipocrisia e dei condizionamenti.
Un invito all’anticonformismo e al “ragionar con la propria testa” sempre benvenuto e da condividere.
p.s.
“Sembra che la storia sia stata ispirata da un articolo che l’ex First Lady Hillary Clinton ha fatto pubblicare sul New York Times per raccontare gli anni trascorsi come studentessa proprio al Wellesley College e al suo appello che le studentesse di Wellesley si affermino nel lavoro con indipendenza, senza fare affidamento su mariti e matrimoni…” (Fumagalli-Cotta).

scheda

agosto 5, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , ,

3 commenti »

  1. si, nel complesso è un bel film, leggero ma mai stupido nè troppo superficiale, avvalorato da una grande Julia Roberts che è sempre all’ altezza. si rivede sempre volentieri.

    Commento di *Asgaroth | agosto 5, 2009

  2. Ho trovato il film piacevole ma nulla più. Il personaggio della Roberts mi è sembrato lacunoso e un un po’ “moscio”. L’evoluzione delle ragazze non viene mostrata

    Commento di brad | agosto 6, 2009

  3. Il messaggio è ottimo (il film un po’ meno): occorre essere liberi nelle proprie scelte, seguire le proprie inclinazioni e i propri desideri.

    Commento di streep | agosto 6, 2009


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: