Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Lei mi odia”

2004: She Hate Me di Spike Lee

Critica divisa come non mai: chi parla di capolavoro, chi di film fallito.

leimiodia si può vedere

“Sgangherato e divertente, il film appare riuscito a metà” (Il Corriere della Sera). “Forse è l’oggetto più strano e contraddittorio mai uscito dall’immaginazione del regista newyorkese, She hate me, a tratti, sembra veramente un film in lotta con se stesso. Anche solo per quello è da non perdere” (Ciak). “(…) è geniale, durissimo” (Il Manifesto). “Michael Genet, lo sceneggiatore, è un attore di un certo talento e forse doveva rimanere tale. Il copione sembra, anch’esso, un caso mal riuscito di fecondazione artificiale” (L’Unità). “Una critica feroce all’ipocrisia americana” (My Movies). “Due ore e passa restano troppe, ma accidenti che vitalità” (Il Messaggero).

Quello che è certo è che, come sempre in Spike Lee, il talento abbonda.

Presentato fuori concorso alla 61° Mostra veneziana, è uno dei film più coraggiosi del regista afro-americano ma ha il difetto di risultare due film in uno e le due parti non sempre si armonizzano tra loro. La lotta alle grandi industrie farmaceutiche e alle loro speculazioni mal si concilia col racconto delle attività sessuali a pagamento del protagonista: due temi che risultano separati (benché importanti con la loro denuncia etico-politica) e che spiazzano lo spettatore e lo disorientano (senza contare che poi nel film si parla anche di mafia, di giustizia…).
Un’opera molto drammatica, con qualche tocco ironico appena accennato e che non riesce ad alleggerire il tutto, ottimamente interpretata da tutti e che vale senz’altro la pena di vedere (anche se si esce dalla visione disorientati e non del tutto soddisfatti).
Geniali i titoli di testa.

Regia: Spike Lee
Sceneggiatura: Spike Lee, Michael Genet
Attori: Anthony Mackie, Kerry Washington, Ellen Barkin, Monica Bellucci, Ossie Davis, Woody Harrelson, Dania Ramirez, John Turturro, Bai Ling, Q-Tip, Reynaldo Rosales, Jim Brown, Brian Dennehy, Jamel Debbouze  
Fotografia: Matthew Libatique
Montaggio: Barry Alexander Brown
Musiche: Terence Blanchard
Produzione: SPIKE LEE, PRESTON L. HOLMES E FERNANDO SULICHIN PER 40 ACRES & A MULE FILMWORKS, THE GREAT AMERICAN, TURKEY BASTER COMPANY
Distribuzione: Mikado
Paese: USA 2004
Genere: Commedia, Drammatico
Durata: 138 MinUscita Italia: 22 Ottobre 2004
Uscita Usa: 30 Luglio 2004
   
Trama:
Jack è vice presidente di una delle più importanti industrie farmaceutiche del paese. Alla morte del collega Herman Schiller, amico e geniale creatore di un nuovo trattamento per l’AIDS, scopre e denuncia un giro di corruzione e di tangenti che coinvolge i suoi superiori. Solo contro tutti, perde lavoro, credibilità e sicurezza economica in un colpo. Ma proprio quando crede di non avere più speranze, Jack riceve una strana proposta: la sua ex, diventata omosessuale, è pronta ad offrirgli 5.000 dollari per aiutarla a concepire un figlio.

Note: Su IMDb premi e riconoscimenti

Annunci

luglio 28, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , ,

1 commento »

  1. Bellissimi i titoli di testa è vero. Sicuramente non tra i migliori di Lee, ma comunque decisamente apprezzabile

    Commento di alessandra | luglio 28, 2009


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: