Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“La Sposa Turca”

2003: Gegen Die Wand di Fatih Akin

lasposaturca

Critica giustamente plaudente: “Un bel film tedesco che descrive gli immigrati senza retorica cercando di trovare la verità nella confusione dei sentimenti” (MyMovies), “E’ un rabbioso, straripante, furibondo kolossal delle passioni ossessive e delle pulsioni sadomasochiste… Fantastici i due protagonisti che offrono alla storia neo realista turca, e al suo pathos d’autore, un’immedesimazione totale” (Corriere della Sera), “Film di grande attualità… si fa apprezzare per il ruvido realismo e la scarna essenzialità di racconto” (Famiglia Cristiana), “Un intelligente e bello esercizio di immaginazione sociologica fatto da un regista turco tedesco ché vede Istanbul con gli occhi di Berlino” (L’Unità).

Glitter Photos

Perfetto l’equilibrio tra dramma e commedia, mirabilmente fusi in un unicum che emoziona e rende lo spettatore massimamente compartecipe di quanto avviene sullo schermo. Un ritmo serrato che non lascia spazio a digressioni o rallentamenti, un veritiero ritratto del mondo giovanile e delle sue problematiche ma soprattutto un affresco sincero e realistico di due mondi che si incontrano, si scontrano.

Un vero e proprio pugno nello stomaco, un film per palati forti che coinvolge (e sconvolge) come pochi altri. Intolleranza, razzismo, maschilismo, confronto di mentalità e di civiltà, conflitto di generazioni, anelito all’autoaffermazione, desiderio di libertà… sono i temi portanti di questa opera che si rifà a Brecht, a Fassbinder, alle tragedie greche… armonizzando il tutto intelligentemente.

Fotografia montaggio musica da applauso, uso formidabile della macchina da presa, recitazione straordinaria dei due protagonisti difficilmente dimenticabili.

Un film da vedere in compagnia e che invita alla discussione, attuale più che mai oggi che vede due mondi confrontarsi con tante incomprensioni e pregiudizi.

Fatih Akin (che nel 2007 ci regalerà un altro piccolo capolavoro, Ai confini del Paradiso), tedesco di origine turca, offre, come in quasi tutti i suoi film, un quadro critico lucido appassionante delle sue due patrie invitando lo spettatore alla riflessione e alla comprensione del “diverso”: strameritato l’Orso d’oro al Festival di Berlino 2004.

Regia: Fatih Akin
Sceneggiatura: Fatih Akin
Cast: Birol Ünel, Sibel Kekilli, Catrin Striebeck, Guven Kyrac, Meltem Cumbul, Hermann Lause, Cem Akin, Demir Gokgol, Aysel Iscan, Stefan Gebelhoff, Adam Bousdoukos, Ralph Misske, Mehmet Kurtulus, Tim Seyfi, Philipp Baltus, Orhan Güner, Francesco Fiannaca, Andreas Thiel, Monique Akin
Fotografia: Rainer Klausmann
Montaggio: Andrew Bird
Musiche: Klaus Maeck
Produzione: Wuste Filmproduktion, Arte Corazon International
Distribuzione: BIM
Paese: Germania, Turchia 2003
Genere: Drammatico
Durata: 123 Min
Uscita Italia: 15 Ottobre 2004
Uscita Germania: 11 Marzo 2004

Sito Ufficiale

Trama:
Sibel, una ragazza di origini turche scampata a un tentativo di suicidio, per sfuggire alle severe abitudini musulmane della famiglia decide di chiedere aiuto a Cahit, anche lui turco, per farsi sposare…

Note:
Su IMDb premi e riconoscimenti

luglio 25, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , ,

4 commenti »

  1. Uno dei lavori più trascinanti degli ultimi anni, un bellissimo affresco sui dolori della nostra epoca.

    Commento di roberto70 | luglio 26, 2009

  2. Un film duro come lo è spesso la vita, con due interpreti che definire perfetti è poco.

    Commento di plus | luglio 26, 2009

  3. Un’opera profonda che rispecchia benissimo i nostri tempi, mai retorica: un plauso al cinema europeo che realizza lavori di questo livello.

    Commento di dubius | luglio 26, 2009

  4. Con una storia simile era facile cadere nello stereotipo ma il regista turco-tedesco è bravissimo nell’evitare il pericolo. Un’opera asciutta ed essenziale che colpisce come poche, un’emozione che dura per tutto il film

    Commento di laura | luglio 27, 2009


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: