Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

Estate & Cinema

Aumentano ogni anno le sale che chiudono “per ferie”.
Un estremo atto di protesta contro i distributori che, dopo tante promesse di cambiare politica, continuano a non concedere alle sale cinematografiche titoli validi.

logoestatecinema

Ne parlo ogni anno, ma l’argomento, purtroppo, è sempre attuale.
Con l’arrivo dell’estate in Italia i film importanti vanno in letargo, anzi in ghiacciaia, in attesa della ripresa di settembre. Solo “tappabuchi” in questo periodo (sembra che anche a Malta e in Egitto i nuovi film arrivino prima che da noi…).
Osserviamo il listino dei film che saranno proiettati questa estate: a farla da padroni sono le solite commediole giovanilistiche o i soliti horror.

L’allungamento di stagione sembra ancora un’utopia, eppure le città non si svuotano come un tempo e la maggioranza dei cinema sono accoglienti anche in piena calura. Si ha così il paradosso che in pochi mesi si affollano pellicole importanti che finiscono con l’ostacolarsi l’una con l’altra (se vedo una cosa non ne vedo un’altra, anche perché il prezzo del biglietto non è poi così “modico” e non è che tutti i cinema stiano sotto casa…).

distributoriLe paure delle case distributrici non si capiscono. In passato si sono fatti tentativi di cambiare le abitudini degli Italiani (non avvezzi a agli spazi chiusi in estate) e i risultati sono stati più che positivi. Film come Spiderman, Men in Black 2, Stuart Little 2, Lagaan, Mission impossible 2,  Batman Begins, La guerra dei mondi, I fantastici quattro, Il codice Da Vinci, Volvér, X men – Conflitto Finale, Poseidon… tutti usciti tra giugno ed agosto hanno avuto grande successo al botteghino.

Ma la colpa non è solo dei distributori.
Interessante quanto scritto qualche anno fa su CinecittàNews (ma valido ancora oggi):
“…tutto, allo stato attuale, favorisce la diffidenza del pubblico a frequentare d’estate le normali sale cinematografiche. Nulla si fa, infatti, per smentire la diffusa, quanto errata convinzione che l’estate sia il paradiso dei “fondi di magazzino”. Per primi i mass media si uniformano nel rispettare questa che ormai è una pura leggenda. Sospendono la loro uscita certi settimanali locali di promozione, quali il romano “L’Acchiappafilm”. Sospendono le rubriche di critica cinematografica alcuni settimanali popolari (lo ha già fatto “Donne”, l’inserto di “Repubblica”). La tivvù interrompe le proprie trasmissioni-contenitore, che hanno il compito dì promuovere il cinema. Le riprenderanno in autunno.
Anche se dubitiamo del contributo di tali rubriche alla crescita del numero di spettatori, la loro sospensione ha certamente un effetto psicologico: come dire, pure a coloro che non le leggono, che in questa stagione nulla c’è di valido, che valga la pena di annunciare, di recensire, non importa se positivamente o negativamente”.

Un’infinità di horror-spazzatura e commediole più o meno idiote invaderanno i nostri schermi.

In autunno naturalmente si dirà che gli Italiani non amano andare al cinema d’estate.

Annunci

luglio 6, 2009 - Posted by | varia | , ,

2 commenti »

  1. Agosto, Roma, Italia de Genere

    Commento di filomeno | luglio 6, 2009

  2. Da sempre d’estate c’è questo problema: quasi nessuna uscita nuova e quelle poche fanno pena. Certo ci sono le arene… ma chi ha frequentato il cinema d’inverno ha già visto tutto o quasi degno di interesse.

    Commento di roberto70 | luglio 7, 2009


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: