Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“La Promessa”

2001: The Pledge di Sean Penn

Analizzando il film, ‘Ciak’ sottolinea come questo lavoro sia la prova che il “senso di mistero, di fatalità cieca e crudele che governa le imprese degli uomini… può trovare sullo schermo la stessa intensità espressa dall’opera letteraria” e giustamente ‘Il Sole-24 Ore’ parla di “genialità narrativa” del regista e degli sceneggiatori.

la-promessa Glitter Photos

Grande, grandissimo Jack Nicholson in un film che è un gioiello da molti punti di vista. Un’ottima trama (dal romanzo del 1958 di Friedrich Durrenmatt), una cornice perfetta (un suggestivo e inquietante Nevada ricolmo di neve), una regia sensibilissima (di un Sean Penn in stato di grazia), un ritmo calmo-lento-pensoso e controtendenza che ti fa seguire il tutto con partecipazione e massimo coinvolgimento, la presenza di uno stuolo di grandi attori al meglio delle loro possibilità (Vanessa Redgrave e Mickey Rourke benché in brevi apparizioni sono superlativi, ma ci sono anche Robin Wright Penn, Helen Mirren, Benicio Del Toro, Sam Shepard, Aaron Echart).

Non è importante il giallo, il chi è l’assassino… o il chiedersi fino a che punto può arrivare la sete di giustizia prima di diventare a sua volta ingiustizia. E al regista non interessa tanto denunciare la superficialità del potere, la violenza che domina l’attuale società, i soprusi verso le minoranze (denunce che comunque sono evidenti).

La cosa veramente importante in La Promessa è l’ossessione dell’investigatore.
Tutto il film gira su di lui, sulla sua follia ossessiva, sulla sua progressiva degradazione. E Jack Nicholson dà di questo “antieroe” una interpretazione che resterà nella storia del cinema e che ogni buon cinefilo non può fare a meno di vedere e ammirare.

lapromessa1 lapromessa4 lapromessa3

Pubblicato su Cineocchio
tuttelerecensioni

Regia: Sean Penn
Sceneggiatura: Jerzy Kromolowski, Mary Olson-Kromolowski
Cast: Jack Nicholson, Dale Dickey, Benicio Del Toro, Aaron Eckhart, Robin Wright Penn, Mickey Rourke, Helen Mirren, Harry Dean Stanton, Vanessa Redgrave, Sam Shepard, Tom Noonan, Lois Smith, Michael O’Keefe, Adrien Dorval Fotografia: Chris Menges
Montaggio: Jay Lash Cassidy
Musiche: Michael Brook, Craig Eastman, Martin Tillman, Hans Zimmer, Klaus Badelt, Heitor Pereira
Produzione: Clyde Is Hungry Productions, Franchise Pictures,  – Morgan Creek Productions, Pledge Productions Inc, Warner Bros.
Distribuzione: Warner Bros.
Paese: USA (2001)
Genere: Poliziesco, Thriller
Durata: 124’ circa
Uscita Italia: 19 Ottobre 2001
Uscita USA: 9 Gennaio 2001
Trama:
Jerry Black è un ispettore della polizia del Nevada. Proprio nel corso della festa del suo pensionamento arriva la notizia del ritrovamento del cadavere di una bambina bionda di soli otto anni: rapita, violentata, uccisa e lasciata senza vita tra le montagne. Il vecchio ispettore informa i genitori della piccola vittima e giura alla madre che catturerà l’assassino: una promessa che finirà per segnare il suo destino.
Note:
Presentando il film a Cannes nell‘edizione del 2001, Sean Penn dichiarò: «Friedrich Durrenmatt non è un giallista, ma un profondo filosofo della condizione umana. Il mio non è un film d’azione all’americana, ma una riflessione vicina all’introspezione europea sulla impossibilità della giustizia, sul male di vivere nel quale possiamo sprofondare cercando la verità…».

Sito Ufficiale – Sito Italiano

giugno 1, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

6 commenti »

  1. Atmosfera magistrale, fine a approfondita psicologia, interpretazioni strepitose per uno dei migliori film made in Usa. Sean Penn si conferma uomo dal grande talento e dalla spiccata sensibilità. Da vedere più di una volta.

    Commento di dubius | giugno 2, 2009

  2. Jack Nicholson conferma, qui più che mai, di essere un vero gigante del cinema e di saper dominare la scena come pochi. Un thriller psicologico praticamente perfetto che ha anche il merito di valorizzare la bravissima Robin Wright Penn.

    Commento di leanoa | giugno 2, 2009

  3. Un piccolo capolavoro atipico, imprevedibile, mai banale.
    Nel 95 il regista Rudolf van den Berg si ispirò al romanzo di Durrenmatt per il suo modesto “L’ombra della follia”: tipico esempio che non basta un buon soggetto per realizzare un buon film.
    Sean Penn è riuscito invece a creare un’opera di rara suggestione e drammaticità, tutta imperniata su uno dei personaggi più interessanti delle ultime stagioni. Nicholson strappa l’applauso più convinto a ogni apparire in scena.

    Commento di livani | giugno 2, 2009

  4. Un racconto pieno di sfumature che sembrava impossibile poter tradurre in immagini. Penn e Nicholson hanno mirabilmente compito il miracolo.

    Commento di annafiore79 | giugno 10, 2009

  5. Un finale amaro e crudele, una fotografia di rara incisività, una trama classica ma condotta con originalità, un cast superlativo per un film che definire semplice thriller è poco generoso.

    Commento di desirè | giugno 11, 2009

  6. Devastante “dentro” il libro, altrettanto il film. Sobrio, misurato, con un Nicholson che non gigioneggia ma si accolla un dolore infinito. Diviso tra la promessa che ha fatto e la “tigna” da poliziotto, che lo spinge ad offrire quale esca la figlia della compagna.
    Più di una volta ho pensato a questo personaggio come a una deriva del Jack Torrance di “Shining”, se non fosse impazzito prima. Il contatto con l’infanzia, i tormenti dell’anima.
    Un film che ho molto amato.

    Commento di sissi | marzo 28, 2010


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: