Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Non voglio morire”

1958: I want to live! di Robert Wise

Uno dei migliori (e più famosi) film del celebre regista, noto anche per il suo eclettismo (l’inizio del suo curriculum vanta il montaggio dei due capolavori di Orson Welles, Quarto Potere e L’Orgoglio degli Amberson).

non-voglio-morire Glitter Photos


Da alcuni critici considerato “un regista per tutte le stagioni”, Robert Wise (morto a 91 anni nel 2005) è stato uno dei nomi più illustri della cinematografia americana. Nella sua lunghissima carriera ha affrontato i generi più diversi (drammatico, bellico, fantascienza, musical…) realizzando film che sono passati alla storia e sono stati campioni d’incasso (Stasera ho vinto anch’io, Ultimatum alla Terra, Lassù qualcuno mi ama, West Side Story, La ragazza del quartiere, Tutti insieme appassionatamente…).

Non voglio morire, alla sua uscita, ebbe giustamente non solo un enorme successo di pubblico ma un diluvio di critiche entusiaste, entusiasmo che perdura (“Wise ha diretto con la forza scarna e severa delle sue opere migliori, facendo parlare i fatti senza forzarli negli schemi di una tesi precostituita”, il Morandini).

Traendo spunto da un fatto realmente avvenuto, e ancora oggi avvolto nel mistero (un tempo Hollywood era famosa per il suo guardare attentamente la realtà come fonte di ispirazione), il regista conferma non solo una tecnica impeccabile ma la sua notevole capacità di trarre dagli attori il meglio di se stessi.
Straordinaria e intensa come non mai la bellissima e talentuosa Susan Hayward, una delle migliori star della Hollywood degli anni d’oro (tra l’altro, per questo film, ebbe l’Oscar, il Golden Globe, il David di Donatello). Un formidabile ritratto umano il suo, sorprendentemente moderno e reso magistralmente.

Un film secco asciutto disadorno stringato, senza enfasi e retorica, dal rigore quasi documentario, caratterizzato da una assoluta mancanza di tentazioni spettacolarizzanti. Le inquadrature insolite e la memorabile colonna sonora jazz di Johnny Mandel, efficaci quanto mai nel creare l’atmosfera giusta, danno un forte contributo al fascino che Non voglio morire continua a possedere.

Hollywood non è nuova nell’affrontare coraggiosamente le storture della giustizia e del sistema carcerario. Il film di Robert Wise ne costituisce uno dei più aspri atti d’accusa.

Con la sua sentita e sincera denuncia della atrocità assurda e barbara della pena di morte, Non voglio morire risulta un film più che valido ancora oggi, da vedere o rivedere.

Pubblicato su Cineocchio
tuttelerecensioni

Regia: Robert Wise
Sceneggiatura: Don M. Mankiewicz, Nelson Gidding
Cast: Susan Hayward, Simon Oakland, Virginia Vincent, Theodore Bikel, Wesley Lau, Philip Coolidge, Lou Krugman, James Philbrook, Gage Clarke, Joe De Santis, John Marley
Fotografia: Lionel Lindon
Montaggio: William Hornbeck
Musiche: Johnny Mandel
Genere: Drammatico
Paese: USA (1958)
Durata: 121’
Uscita Italia: 3 Marzo 1959
Uscita USA: 18 Novembre 1958
Trama:
La storia di una donna che finì nella camera a gas per un presunto delitto passionale. La stampa e l’opinione pubblica si scatenarono a suo sfavore, influenzati dal non limpido passato di lei…
Note:
Il film trae il suo materiale dagli articoli scritti dal giornalista Ed Montgomery e dalle lettere scritte dalla stessa protagonista, Barbara Graham.
Nel 1983, la Tv americana ne ha fatto un remake.

Annunci

maggio 14, 2009 - Posted by | cinema-recensioni, classici | , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. Giustamente a Robert Wise non interessa sapere se la Graham fosse innocente o colpevole. A lui interessa fornirci un formidabile ritratto umano e affermare quanto sia ingiusta la pena di morte. Bravo!

    Commento di livani | maggio 15, 2009

  2. A Susan Hayward, una delle più luminose star degli anni 50, fu spesso rimproverato di recitare sopra le righe. Qui è di una perfezione assoluta. Raramente un Oscar fu così meritato.

    Commento di meryl | maggio 15, 2009


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: