Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“L‘uomo che non c‘era”

2001: The man who wasn’t there di Joel Coen

“Una sceneggiatura egregia” (MyMovies). “Film geniale e raffinato” (Il Sole-24 Ore). “Film perfetto: senso dell’umorismo, gusto rétro, attori inarrivabili, un raffinato intreccio di citazioni, una scoraggiata moralità, un gran divertimento” (La Stampa). Infiniti i giudizi plaudenti questo vero e proprio capolavoro.

1sorriso1


Nel 1949 un barbiere californiano approfitta del tradimento della moglie per lanciarsi nel commercio. Le cose però si mettono male quando l’amante di sua moglie viene trovato ucciso (Kataweb).
Detta così sembra la storia di un normale giallo. Ma il film (premiato giustamente a Cannes) è molto molto di più. I fratelli Coen ritornano ai fasti di Fargo con un vero gioiello, una vera festa per tutti i cinefili con quel suo riprodurre il cinema anni 40 in modo superlativo (la stampa ha sottolineato come il film ricordi il noir classico da Billy Wilder a Fritz Lang a Howard Hawks, abbia le stesse atmosfere de La fiamma del peccato Il postino suona sempre due volte Il grande sonno, con personaggi che richiamano immediatamente alla memoria quelli interpretati da Humphrey Bogart Montgomery Clift  Frank Sinatra John Garfield Lana Turner Barbara Stanwyck Joan Crawford Lauren Bacall…): dalla fotografia alle immagini, alle inquadrature, al gioco di ombre e luci, alla colonna sonora… tutto è perfetto. Ma non è solo un film per cinefili.

L’uomo che non c’era è ironico, elegante, ricco di colpi di scena, con personaggi affascinanti e originali, con battute intelligenti e profonde, con situazioni imprevedibili e surreali (vi rientrano anche i dischi volanti!).
Ed è sostenuto da un complesso di attori eccezionali, dal primo all’ultimo: non è facile trovare un cast così perfetto ed integrato nei ruoli, tutti da applauso. Primeggiano, con due interpretazioni da Oscar, Frances McDormand e Billy Bob Thornton.

Da condividere in pieno quanto scrive Mario Conti:
“E’ il capolavoro assoluto dei fratelli Coen, sorretto da una sceneggiatura a prova di bomba, da una musica di tagliente e devastante efficacia, da una bellezza e nitidezza delle immagini che è raro trovare nell’attuale cinema. Bellezza e nitidezza che si stagliano… senza facili e spreconi effetti speciali, con la sola forza della riflessione filosofica”.

tuttelerecensioni

l'uomochenonc'era-locandina TheManWhoWasntThere-poster1

Regia: Joel Coen
Sceneggiatura: Joel Coen, Ethan Coen
Cast: Billy Bob Thornton, Frances McDormand, Michael Badalucco, James Gandolfini, Katherine Borowitz, Ted Raimi, Jon Polito, Scarlett Johansson, Tony Shalhoub, Richard Jenkins, Christopher Kriesa, Brian Haley, Nicholas Lanier Fotografia: Roger Deakins
Musiche: Carter Burwell
Paese: USA (2001)
Uscita Italia: 30 Novembre 2001
Uscita USA: 31 Ottobre 2001
Genere: Drammatico
Durata: 116’
Trama:
Ed Crane, un barbiere che vive in una cittadina del nord della California, è profondamente insoddisfatto della vita che conduce. Ad un certo punto la scoperta dell’infedeltà della moglie Doris gli fornisce l’opportunità di organizzare un ricatto attraverso il quale, secondo lui, la sua vita potrebbe cambiare. Purtroppo però, il piano di Ed porta alla luce segreti ancor più oscuri che sfoceranno in un omicidio.
Note:
Innumerevoli i riconoscimenti e i premi al film.

maggio 11, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , ,

6 commenti »

  1. hem hem sarà che l’ ho visto anni fa, ma per quanto mi riguarda è uno dei film più noiosi della storia *_* ricordo che verso la fine non riuscivo a stare con gli occhi aperti XP forse dovrei rivederlo, magari a distanza di anni mi potrebbe anche piacere!

    Commento di *Asgaroth | maggio 11, 2009

  2. Forse è il migliore film dei fratelli Coen:
    un noir “d’altri tempi”, toccante ironico amaro… Mai superficiale, molto introspettivo. Invita a riflettere sulla vita, sulle responsabilità personali e sulle conseguenze di ogni nostro comportamento. Un capolavoro con interpreti che dire magistrali è poco.

    Commento di dubius | maggio 11, 2009

  3. Una perla che riconcilia con il cinema e con le tante delusioni di ogni stagione. Da vedere e rivedere (per meglio gustarlo).

    Commento di Gianni87 | maggio 11, 2009

  4. Il mio preferito dei Coen insieme a Non è un paese per vecchi.

    Commento di alessandra | maggio 12, 2009

  5. Uno dei migliori film visti: originale, profondo, lucido e amaro ma anche ironico. Una vera lezione su come il destino possa travolgere il nostro vivere quotidiano…

    Commento di plus | giugno 9, 2009

  6. potente

    Commento di mario | giugno 15, 2009


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: