Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Parole d’amore”

2005: Bee Season di David Siegel e Scott McGehee

Finalmente un film americano che, pur possedendo suggestivi e appropriati effetti visivi, centra la sua attenzione sull’identità e la vita interiore dei personaggi.

1sorriso1

Quattro protagonisti, quattro solitudini che non comunicano, quattro individui alla ricerca di sé per vie diverse e non conciliabili, quattro persone che seguono percorsi disparati verso le loro personali visioni di trascendenza. Quattro personaggi resi magistralmente da due attori, Richard Gere e Juliette Binoche, dal carisma nettamente superiore alla media e dai giovani Flora Cross e Max Minghella (due giovani una volta tanto scelti per il loro sapersi calare perfettamente nei rispettivi ruoli e non per l’aspetto più o meno gradevole).

01 03 07 10

Attraverso le vicende di una famiglia ebrea assistiamo a uno spaccato amaro e tagliente della società americana: delle falsità, delle violenze psicologiche che si celano sotto la maschera perbenista di una famiglia apparentemente molto unita.

Parole d’amore comporta la partecipazione attiva dello spettatore, lo costringe a porsi continuamente delle domande sulla struttura familiare ma anche sull’essenza spirituale dell’essere umano e del suo rapporto con la religiosità. Due ore che impegnano l’intelligenza del pubblico forse non più abituato all’andamento lento e riflessivo che caratterizza il film.
Una storia che cresce lentamente e con gradualità, che scopre le sue carte a poco a poco, suggerendo più che evidenziando, con piccoli e sottili accenni per far intuire cosa effettivamente stiamo vedendo. Una storia che tocca molteplici temi, dal rapporto genitori figli alle ambizioni non soddisfatte degli adulti, dalla disgregazione della famiglia ai sensi di colpa che proviamo nel vedere soffrire chi amiamo, dal potere del linguaggio all’impossibilità delle parole di esprimere tutto. Una storia che correva il rischio di concludersi con un finale banale e che invece si rivela l’unico possibile, coerente e giustificato. Un film che invita alla discussione e che “rimane dentro”.

Nota di merito anche alla colonna sonora: finalmente si ritorna a un commento scritto appositamente per il film (sempre più spesso Hollywood sembra privilegiare la compilation di canzoni che mal si amalgamano con quanto ci viene narrato).

p.s.
La cornice che fa da sfondo alla storia narrata riguarda le gare di “spelling” in uso negli Stati Uniti: gli sfidanti davanti a un microfono e sotto la luce dei riflettori, di fronte al pubblico e alle telecamere, devono fare lo spelling di una parola che un professore medio difficilmente riuscirebbe a definire. La decisione di doppiare anche questa parte del film toglie significato e drammaticità a quanto vediamo.

tuttelerecensioni

parole-damore-locandina-italia parole-damore-poster-usa

Regia: David Siegel, Scott McGehee
Sceneggiatura: Naomi Foner Gyllenhaal
Cast: Richard Gere, Juliette Binoche, Flora Cross, Max Minghella, Kate Bosworth, Kathy McGraw, Laura Cross, Jared Dorrance, Peggy Rajski, Jennifer Robertson, Bobby Sharpe
Paese: USA (2005)
Genere: Drammatico
Durata: 104’
Uscita Italia: 23 Dicembre 2005
Uscita USA: 11 Novembre 2005
Trama:
Una famiglia in crisi composta da una madre molto emotiva, da un padre che si nasconde in concorsi di ortografia di figlia undicenne per sfuggire alla quotidianità del matrimonio, e dal loro secondo figlio che sta per scappare di casa…
Note:
Il film (a cui in Italia è stato dato un titolo banale e fuorviante) è tratto dal romanzo “La stagione delle api” di Goldberg Myla.
Parole d’amore è stato presentato al Telluride Film Festival, Deauville Film Festival, Toronto Film Festival, Chicago International Film Festival, Mill Valley Film Festival, Austin Film Festival.

maggio 5, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: