Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Me and You and Everyone We Know”

me-and-you-and-everyone-we-know-poster-usa

1sorriso1

2005: Me and you and everyone we know di Miranda July

In una recente intervista, Woody Allen lamentava che nella maggioranza dei film americani di oggi “non ci sono personaggi, storie, psicologie”.
Ebbene, ecco un piccolo gioiello che di tutto quello di cui Woody lamenta la latitanza abbonda, e come.

Me and you… è un produzione indipendente che vede il debutto alla regia della versatile Miranda July (qui anche ottima attrice e brillante sceneggiatrice) che ha trionfato in più di un festival ricevendo, giustamente, diecine di premi.
Un film, nell’apparente semplicità, tutt’altro che facile.
Sensibile e spiritoso, profondo e surreale, è un affresco dei tempi odierni, delle sue contraddizioni, dei suoi malesseri: un vero e proprio microcosmo, tenero e paradossale.
Con tono lieve ritrae, alla Altman, un campionario di umanità in cui il pubblico non può non ritrovarsi e non porsi interrogativi sulla propria esistenza e sul proprio modo di essere. La solitudine, l’incomunicabilità, l‘isolamento… la morte, il sesso… le imposizioni sociali… la famiglia, il difficile rapporto genitori-figli… le problematiche legate alla crescita… il voler essere e restare liberi… l’incapacità di condividere sentimenti veri… l’estrema difficoltà di trovare qualcuno con cui accompagnare la propria vita…
Tanti i temi che il film tocca con lucidità leggerezza delicatezza (e una buona dose di intelligente ironia) ma sempre con serietà e acutezza. Un eccentrico mosaico (che sembra minimalista ma non lo è) di personaggi, comuni ed eccezionali al contempo, che sorprende per la sua originalità, ottimista nonostante il ritratto di un’umanità inquieta e spaventata.
“Tutti cerchiamo qualcosa o qualcuno cui aggrapparci” sembra volerci dire, e la speranza non deve morire: prima o poi il contatto umano (unica soluzione possibile ai tanti problemi che la vita quotidianamente pone) vi sarà.
Il messaggio potrebbe sembrare semplicistico e zuccheroso, ma niente è più lontano da questo film per palati fini, imperdibile da chi nel cinema cerca qualcosa che faccia riflettere e discutere e non semplicemente un contenitore di mirabolanti effetti speciali o di storielline scacciapensieri.
p.s.
Da sottolineare la grande bravura di tutti gli interpreti, nessuno escluso, e la presenza di una scena (il percorso sul marciapiede dei due protagonisti in cerca delle rispettive macchine assimilato alla possibile futura vita dei due) tra le più belle e profonde che il cinema ultimamente ci abbia regalato.

Pubblicato su Blogsfere
tuttelerecensioni

Regia: Miranda July
Sceneggiatura: Miranda July
Cast: John Hawkes, Miranda July, Miles Thompson, Brandon Ratcliff, Carlie Westerman, Natasha Slayton, Najarra Townsend, Hector Elias, Tracy Wright
Paese: USA (2005)
Genere: Commedia
Durata: 90’
Uscita Italia: 7 Dicembre 2005
Uscita USA: 17 Giugno 2005
Trama:
Christine Jesperson, è un’artista solitaria. Richard Swersey, un commerciante di scarpe nuovamente single e padre di due ragazzini, è pronto ad affrontare qualunque cosa strana possa accadere. Ma quando incontra l’affascinante Christine, entra nel panico…
Note:
A Cannes il film ha vinto quattro premi tra cui quello della critica. Ha vinto inoltre al Sundance e ai Festival di Stoccolma, San Francisco, Philadelphia, Newport. E’ stato giudicato il miglior film dell’anno dalla Dallas-Fort Worth Film Critics Association e dalla Chicago Film Critics Association.

aprile 4, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. Film meraviglioso, originale la trame oltre che la scelta degli attori.
    E’ raro trovare film nuovi che ti stupiscono e scorrono senza graffi e stonature.. e ogni volta resto stupita..

    Commento di ndonell | aprile 7, 2009

  2. Leggiadro e profondo. Alcune situazioni in altre mani avrebbero portato a volgarità varie, qui poesia e delicatezza. Una ventata d’ossigeno

    Commento di livani | aprile 14, 2009


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: