Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Chicago”

chicago-locandina-ita

2002: Chicago di Rob Marshall

Per la maggioranza dei critici americani un capolavoro. Minore l’entusiasmo degli italiani: Alberto Crespi “Chicago non è un capolavoro per un banalissimo motivo: non ci sono più interpreti in grado di rinverdire i fasti di Fred Astaire o di Judy Garland o di Gene Kelly o di Ginger Rogers”, Fabio Ferzetti “Siamo di fronte a un puro prodotto, fabbricato da cima a fondo con tenacia e perizia, ma lontano da un vero musical, genere che esige una dedizione quasi religiosa, quanto una scatoletta di tonno può esserlo dal marlin pescato da Hemingway nei Caraibi”.

Tecnicamente il film è di una perfezione assoluta. Per più di due ore restiamo a bocca aperta per le coreografie strabilianti, il ritmo velocissimo, le stupende musiche, il montaggio favoloso… A ogni singola scena siamo tentati di alzarci e di applaudire, profondamente convinti che di meglio non si possa fare. Eppure…
Qualcosa non funziona se a me, appassionato da sempre di musical, il film non è affatto piaciuto (e poi come si fa ad appassionarsi a una vicenda in cui tutti sono negativi e hai la tentazione di sbatterli al muro?).

Cosa non funziona?

L’impressione è che sia una fredda operazione di tavolino con l’intento non di ammaliare o di far sognare o di divertire… ma semplicemente di sbalordire. Ogni inquadratura sembra sbatterti in faccia il messaggio “Guardate quanto siamo bravi!”. Tanta perizia tecnica ma senza anima. Non c’è autoironia, l’affresco dell’epoca manca (le tematiche toccate, l’arrivismo nel mondo dello spettacolo e la manovrabilità dei mass-media, sono tipiche di oggi più che di ieri), il coinvolgimento emozionale del pubblico latita (unica eccezione: il numero musicale di John C.Reilly, il marito tradito, di eccezionale drammaticità e impatto emotivo).
Per quanto riguarda gli attori, un applauso meritato alla bravissima Queen Latifah, nel ruolo della carceriera, e a Catherine Zeta-Jones, una vera sorpresa. Richard Gere, la cui voce ricorda in modo impressionante quella di Gene Kelly, si diverte e lo fa vedere (divertendoci). Pollice giù per Renèe Zellweyer, inspiegabilmente candidata all’Oscar : nel ballo se la cava ma la sua voce è un supplizio e non riesce affatto a dare spessore a un personaggio che dovrebbe essere la chiave del film (sembra che Madonna desiderasse questo ruolo: sarebbe stata una bomba!).

Pubblicato su Cineocchio
Regia: Rob Marshall
Sceneggiatura: Bill Condon
Cast: Renée Zellweger, Catherine Zeta-Jones, Richard Gere, Queen Latifah, Lucy Liu, John C. Reilly, Taye Diggs
Paese: Usa-Canada (2002)
Genere: Musical
Durata: 113’
Uscita Italia: 21 Febbraio 2003
Uscita Usa: 10 Dicembre 2002
Trama:
Roxie Hart è un’artista apparentemente ingenua che sogna di evadere dalla monotonia della sua vita attraverso il canto e la danza. Il sogno di Roxie è quello di ripercorrere i passi fortunati di Velma Kelly, un’artista di Vaudeville…
Note:
Il film ha conquistato tre Golden Globe e due Oscar .

aprile 4, 2009 - Posted by | cinema-recensioni

5 commenti »

  1. Sono d’accordo è debole, spero che faccia meglio con “Nine”.

    Commento di alp | aprile 4, 2009

  2. A me è piaciuto moltissimo, uno spettacolo impareggiabile. Indimenticabili, come dici tu, i numer di John C. Reilly, però secondo me in questo film hanno dimostrato tutti di saper recitare, cantare e ballare.

    Commento di Alessandra | aprile 4, 2009

  3. Il cast di “Nine” fa ben sperare.
    A mio parere, la Renèe che canta è un supplizio (del resto l’ho sempre trovata molto brava nel drammatico ma non nel comico dove tende a recitare sopra le righe e a non essere credibile)

    Commento di cinemaleo | aprile 4, 2009

  4. Anch’io ho grosse speranze per “Nine”. Grazie per i voti espressi finora al Torneo dei film.

    Commento di agegiofilm | aprile 6, 2009

  5. Il film sbalordì anche me e mi piacque proprio per il materiale usato e le tecniche di ripresa. Non paragonabile ai migliori musical, ma entra nella mia ideale classifica dei migliori (musical).

    Commento di cinemasema | aprile 7, 2009


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: