Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Quelle due”

1961: The children’s hour di William Wyler

Un tema per l’epoca scabroso è affrontato con maestria e lodevole asciuttezza da questo film, uno dei migliori prodotti degli anni Sessanta, protagoniste due grandi stelle in ruoli per loro non usuali (e non certo facili in quegli anni).

1sorriso1

Continua a leggere

Annunci

aprile 30, 2009 Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

“L‘Assoluzione”

1981: True Confessions di Ulu Grosbard

Regista belga, ma ormai da tempo americanizzato, Ulu Grosbard è diventato famoso con buoni prodotti come Chi è Harry Kellerman e perché parla male di me? (1971), Vigilato speciale (1978), Innamorarsi (1984). L’Assoluzione è senz’altro il suo film più riuscito.

Continua a leggere

aprile 30, 2009 Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

“9 vite da donna”

2005: Nine Lives di Rodrigo Garcia

Giunge dal Sundance Festival l’ultima opera di Rodrigo Garcia (il regista dello stupendo Le cose che so di lei, vincitore nella sezione “Un certain regard” a Cannes nel 2000), del quale Vittorio Storaro, presidente della Giuria a Locarno dove il film ha trionfato, ha detto: “la sua regia è stata straordinaria: ha fatto esattamente quello che un regista deve fare, cioè dirigere”.

1sorriso1

Continua a leggere

aprile 29, 2009 Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

“Che fine ha fatto Baby Jane?”

1962: What Ever Happened to Baby Jane? di Robert Aldrich

Robert Aldrich ha toccato ogni genere di film, dal melodrammatico al bellico al noir alla commedia… E tutti hanno lasciato una traccia più o meno importante nella storia del cinema.

Continua a leggere

aprile 28, 2009 Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , | 17 commenti