Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

Oscar: panoramica critica

cinemaleoeventiLe pagine degli spettacoli di tutti i giornali sono naturalmente dedicati, in questi giorni, agli Oscar appena consegnati.

Nell’articolo Vince il cinema che piace a buoni e cattivi, Natalia Aspesi su Repubblica scrive:  “Il più importante cinepremio del mondo ha trovato il suo gioiello: un film indipendente costato 15 milioni di dollari, cioè in quel mondo lì nulla, destinato a festival e a nicchi sempre più esili di cinefili, che invece ha entusiasmato le platee di buona parte del mondo, accatastando in poche settimane più di 150 milioni di dollari, compresi 4,2 milioni in Italia”.

Critico il Corriere della Sera: “La favola colorata e buonista… ha sbaragliato tutti, riconciliando il pubblico con l’happy ending e i membri dell’Academy con un cinema di buoni sentimenti. Ben altra era la caratura dei film che contendevano a The Millionaire i massimi riconoscimenti, tutti in qualche modo indicativi di un’idea meno fanciullesca e più adulta del cinema, ma tutti sconfitti. E non da un piccolo Davide (come a qualcuno piace far credere) ma piuttosto da quel senso di colpa verso i più poveri che tante volte ha permesso di far breccia nei grandi Golia di Hollywood”.

Il Messaggero, ma non è il solo, collega il trionfatore della premiazione con la nuova presidenza americana: “Il primo Oscar dell’era Obama incorona un film che è un inno alla speranza, un invito a sfidare l’impossibile…”.

Molti i giornali che vedono nella vittoria di The Millionaire il preludio a un matrimonio sempre più stretto tra Hollywood e Bollywood. MF per esempio scrive: “La crisi economica mondiale colpisce anche la mecca del cinema e così c’è bisogno di sangue nuovo e soprattutto di tagli di costi. Obiettivi che si raggiungono alleandosi con Bollywood, la capitale della cinematografia indiana che produce molti più film della metropoli californiana e riesce a convogliare sterminate masse di spettatori”.

Il Sole 24 Ore si spinge a una considerazione amara e preoccupante: “I capi delle Major, sotto pressione per ridurre i costi, hanno preso nota del deprimente risultato al botteghino dei cinque film candidati all’Oscar. Messi insieme… hanno incassato la metà di quanto non abbia portato a casa il campione d’incassi dell’anno, Batman: il cavaliere oscuro… L’ovvia conclusione è evitare i cosiddetti film impegnati, anche quelli low-cost che piacciono tanto ai critici e meno al pubblico. E infatti alcune Major hanno già chiuso le divisioni dedicate ai film cosiddetti indipendenti…”.

tuttiglieventi

febbraio 25, 2009 - Posted by | eventi, varia | , , ,

4 commenti »

  1. […] Original post by Cinemaleo’s Blog […]

    Pingback di Bollywood and hollywood - Movie reviews, News, gossip » Oscar: panoramica critica | febbraio 25, 2009

  2. Davvero preoccupante la considerazione de Sole 24 Ore: Sarebbe un disastro.

    Commento di cinemasema | febbraio 25, 2009

  3. ciao! grazie per essere passato nel mio blog : )

    l’ultima considerazione riportata da “Il Sole 24 Ore” mi intristisce tantissimo. I film indipendenti sono quelli che amo di più. Spero che non scompaiano mai!!

    Saluti
    Daniela

    Commento di Treves | febbraio 27, 2009

  4. MILLIONAIRE è un film divertente ma ruffianissimo e finto… ma quest’anno non è che ci fosse grande scelta. o meglio, c’era ( gomorra, bashir)ma i parrucconi dell’Academy li hanno ignorati

    Commento di alp | marzo 17, 2009


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: