Cinemaleo’s Blog

Il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi (Alfred Hitchcok)

“Milk”

davedere2

2008: Milk di Gus Van Sant

Lodi a non finire da parte di tutta la critica:
La Stampa: “…un film bello, importante, appassionante…”
Comigsoon: “…così come perfettamente Van Sant riesce a lavorare con i suoi attori, su tutti, ovviamente, uno straordinario Sean Penn, ma anche i tanti comprimari…”
35mm: “…il regista non rinuncia alla sua inconfondibile cifra stilistica, scardinando così le regole del biopic hollywoodiano”.
Panorama: “Il film… si libra grazie allo straordinario lavoro di tessitura tra filmati d’epoca e fiction e per la passione civile che lo anima”.
L‘Espresso: “…è un ottimo, riuscitissimo film, ben fatto, coinvolgente, commovente”.
Il Messaggero: “Un grande film politico… Un ritratto insolito quanto straordinario, dominato da un Sean Penn oltre ogni elogio”.

Harvey Milk  fu il leader di un movimento allora ancora agli inizi (siamo negli anni Settanta) per diventare poi il primo omosessuale dichiarato  a essere eletto a una carica pubblica negli Usa (consigliere comunale a San Francisco). E’ importante che Hollywood dedichi un film a un uomo che ha contribuito, con la sua determinazione, a cambiare la vita di tante persone e lode all’Academy Awards che con coraggio non ha esitato a proporre per vari premi una storia non certo comoda.
Il tema è sempre attuale e riguarda tutte le minoranze discriminate: la salvaguardia dei diritti umani è purtroppo ancora argomento del giorno e quindi ben vengano lavori come questo che ricordano tappe importanti nella lotta per la difesa delle libertà individuali.

Formalmente Milk è perfetto: ottimo l’incastro con le immagini di repertorio, fedelissima la ricostruzione d’epoca, fotografia e musica in precisa e puntuale aderenza al periodo rievocato ma…
Nonostante quanto affermato da critici autorevoli, a me il film non è sembrato completamente riuscito. Oltre che durare troppo, commette l’errore di centrare tutta l’attenzione sul politico a discapito dell’uomo. Le varie fasi dell’ascesa di Harvey Milk sono presentate con precisione e in modo dettagliato (presentate una dopo l’altra finiscono con l’essere ripetitive e con l’ingenerare una lieve sensazione di noia) ma ciò che era dietro la faccia del militante non viene fuori: quasi nulla ci viene mostrato delle perplessità, delle esitazioni, dei dubbi, degli sconforti, dei tentennamenti che sicuramente il personaggio ebbe… la cui rappresentazione ci avrebbe maggiormente coinvolto ed emozionato.
Milk risulta un ottimo documentario storico ma, cinematograficamente parlando, concede molto poco allo spettatore che può seguire con interesse l’importante battaglia civile mostrata, rimanendo però freddo e distaccato da quanto il grande schermo gli fa vedere.

Da plauso la prestazione dell’intero cast: tutti gli interpreti, dai maggiori ai minori, sono perfetti e il loro impegno è encomiabile. Sean Penn è di una naturalezza impressionante ed offre forse la migliore performance della sua prestigiosa carriera: come detto da molti, è da Oscar (ma una nomination l’avrebbe meritata, oltre che Josh Brolin, anche James Franco).

Uno dei pochi film “in grande” di Gus Van Sant (che preferisce solitamente le produzioni a piccolo budget). “Tra i più interessanti registi indipendenti del cinema americano, attento alle brutture culturali del suo paese”, anche qui ha dato spazio, come nella quasi totalità dei suoi lavori, alle minoranze, “di cui egli stesso ha sempre fatto parte” (My Movies): Milk , nonostante i difetti, merita di essere visto grazie al suo messaggio di lotta a ogni tipo di discriminazione.

Pubblicato su Cineocchio
tuttelerecensioni

Regia:  Gus Van Sant
Sceneggiatura:  Dustin Lance Black
Cast: Sean Penn, Emile Hirsch, Josh Brolin, Diego Luna, James Franco, Alison Pill, Victor Garber, Denis O’Hare, Joseph Cross, Stephen Spinella, Lucas Grabeel, Brandon Boyce, Zvi Howard Rosenman, Kelvin Yu, Jeff Koons, Ted Jan Roberts, Robert Boyd Holbrook, Frank Robinson, Allan Baird, Tom Ammiano, Carol Ruth Silver, Hope Goblirsch, Steven Wiig, Ashlee Temple, Wendy King, Kelvin Han Yee, Robert Chimento
Paese: USA (2008). Uscita Italiana: 23 Gennaio 2009. Uscita USA: 28 Ottobre 2008
Trama:
La vera storia di Harvey Milk, primo gay dichiarato ad aver raggiunto una carica pubblica negli Stati Uniti.

gennaio 28, 2009 - Posted by | cinema-recensioni | , , , , , , , , , , , , , , ,

11 commenti »

  1. A volte, sai, quando si crede in qualcosa si finice col dimenticare il resto, sacrificando il privato al pubblico. Per questo credo che Milk sia un film riuscito, perchè questa gerarchia tra le due sfere della nostra vita c’è sempre, da un lato e dall’altro, e forse a quei tempi capitav fosse peponderante il primo lato sul secondo (il suicidio del amante credo voglia anche dire questo).
    Ti aspettiamo sul nostro blog.

    Commento di controreazioni | gennaio 29, 2009

  2. Effettivamente negli anni 70 tutto era “politico”… ma il film insiste troppo sull’ascesa pubblica del protagonista a discapito del lato umano.

    Commento di cinemaleo | gennaio 29, 2009

  3. Ho visto ieri pomeriggio il film e sono rimasta semplicemente impressionata: la cattiveria,la crudezza delle argomentazioni di tante persone che,all’epoca, hanno fomentato pregiudizi e ostilità nei riguardi della comunità omosessuale (e comunque delle cosiddette categorie “deboli”), hanno fatto sorgere in me tanti interrogativi. Un film straordinario,viscerale,emozionante,Sean Penn da brivido:che poi si sia dovuto sacrificare qualcosa nell’analisi dei personaggi e delle storie,beh, è naturale…sennò il film sarebbe dovuto durare almeno 3 ore.E andava mostrato soprattutto il suo impegno nel portare avanti le sue idee,le idee di libertà ed uguaglianza.Ce ne fossero anche oggi di uomini come lui.

    Commento di Annabella | gennaio 30, 2009

  4. Un grande Hirsh e Penn ..Van sant lo ho preferito in altri film però..ti va uno scambio di link dei nostri blog cinematografici?

    Commento di dylandave | febbraio 4, 2009

  5. Ok per lo scambio

    Commento di cinemaleo | febbraio 4, 2009

  6. Io ho apprezzato invece la sottolineatura sull’ascesa pubblica di Harvey Milk, aspetto che lo differenzia dai mille biopic in cui si fa il contrario e alla fine ti chiedi perchè quel “personaggio x” ha avuto un peso nella storia. E’ evidente l’intento di Van Sant di far riflettere su quanto viene rappresentato, ma nonostante questo non tradisce mai il suo sguardo. Un film bellissimo, commovente e con interpretazioni che non si dimenticano!

    Ciao, grazie per essere passato da me, ti ho linkato anche io!😉

    Commento di Iggy | febbraio 6, 2009

  7. Film meraviglioso!

    Commento di stincos | febbraio 23, 2010

  8. Un film vero che andrebbe proiettato nelle scuole. Bellissimo il discorso che fece Penn alla consegna degli Oscar

    Commento di nanni | marzo 8, 2010

  9. Senza retorica e senza fronzoli. Un film coraggioso che onora il cinema americano

    Commento di annafiore79 | marzo 10, 2010

  10. Il film è stupendo…..ma quando è uscito al cinema????? ora si potrebbe acquistare il DVD?????Rispondetemi x favore

    Commento di radiocammello98 | ottobre 18, 2010

  11. A partire da mercoledì 3 giugno 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd. Distribuito da 01 Distribution, costa 9,90 euro. Il film è uscito nelle sale italiane il 23 gennaio 2009

    Commento di cinemaleo | ottobre 18, 2010


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: